Carnevale di Montemarano 2019, una festa tra tarantella e il famoso carnevale morto

830
carnevale montemarano 2018
Carnevale di Montemarano – Foto: www.irpiniafocus.it

Il Carnevale di Montemarano rappresenta uno degli eventi carnevaleschi più belli ed affascinanti della Campania e di tutto il sud Italia.

Celebrata ogni anno a Febbraio in questa piccola cittadina in provincia di Avellino, la manifestazione in maschera nasce da una festa appartenente all’antichità nella quale si celebrano il risveglio della natura e la fine dell’inverno.

La tarantella montemaranese è senza ombra di dubbio uno degli eventi più rappresentativi di questo carnevale, durante il quale si tengono le sfilate dei cortei mascherati accompagnate dalla musica e dai prodotti tipici della cucina campana.

Questa danza, risalente all’epoca precristiana, prevede l’improvvisazione di balli liberatori che portino i ballerini a raggiungere l’estasi totale.

Durante la processione, che viene impreziosita da coriandoli e dolci di vario genere le danze vengono comandate dalla figura del caporaballo, il quale dà alla folla ed ai danzatori durante tutto il periodo della festa in maschera.

La sfilata dei carri allegorici rappresenta l’elemento di spicco del carnevale montemaranese, durante il quale si possono apprezzare anche le tradizionali sfilate delle maschere più divertenti e tradizionali di questa città.

Fra queste, la più divertenti sono sicuramente Arlecchino e Brighella, che ogni anno fanno divertire grandi e piccini con i loro colori e la loro allegria.

Un ultimo elemento davvero dal fascino unico nel carnevale montemaranese è il Carnevale Morto, nel quale i carri sfilano in lutto per la fine della festività.

Il corteo funebre del carnevale è in realtà un ironico commiato, che viene accompagnato tradizionalmente dalla lettura del testamento dedicato al Signor Carnevale.

Dopo la fine di questo particolarissimo e divertentissimo funerale, i carri allegorici proseguono nuovamente nella loro allegra sfilata, accompagnati dalla performance dei gruppi folkloristici e da tanto divertimento per adulti e bambini.

Come da programma, la tradizionale apertura del carnevale montemaranese 2018 si terrà domenica 4 febbraio. La manifestazione proseguirà domenica 11 febbraio 2018 con la sfilata dei carri allegorici, mentre martedì grasso segnaliamo la possibilità di recarsi nella scuola di tarantella della cittadina per cimentarsi in questa danza. L’evento terminerà ufficialmente domenica 18 febbraio 2018, con la celebrazione del Carnevale Morto.

Storia del Carnevale di Montemarano

storia carnevale montemarano 2018
Carnevale montemaranese – Foto: www.irpinia24.it

Il Carnevale di Montemarano si sviluppa a partire dalla festa che nell’antichità celebrava la fine dell’inverno, quando si passava dalle corte e grigie giornate della brutta stagione alla primavera.

L’evento stava a festeggiare il risveglio della natura e la speranza di copiose messi nei campi.

Tarantella Montemaranese

La storia del Carnevale di Montemarano è da sempre legata alla sua tarantella montemaranese: infatti in questa occasione la gente in festa con maschere sfila in processione per il paese a suon di tarantella secondo un copione antichissimo.

Si tratta di un’usanza che risale all’epoca precristiana e che è stata successivamente adottata anche durante le feste del carnevale.

La tarantella montemaranese prevede l’improvvisazione di danze liberatorie degli istinti più nascosti che diventano sempre più frenetiche.

Lo scopo è raggiungere il delirio collettivo e l’estasi generale al ritmo in crescendo della musica seguendo i passi del capo processione.

Booking.com

Questa figura viene chiamato caporabballo e si distingue per essere completamente vestito di bianco e rosso, con un alto cappello e un bastone. Egli rappresenta l’autorità: infatti durante l’intero carnevale sarà il caporabballo a dare ordini alla folla e ai danzatori.

La tarantella di Montemarano possiede un ritmo estremamente coinvolgente e viene danzata su musiche veloci suonate con clarinetti, fisarmoniche, flauti e tamburi a cornice.

Quella che al giorno d’oggi è uno spettacolo indimenticabile per turisti e residenti è considerata una testimonianza di religiosità campana risalente alla dominazione gotica della Regione.

Per l’edizione di quest’anno è stata messa a disposizione la possibilità per turisti e residenti di andare alla riscoperta dello storico Carnevale di Montemarano e dei limitrofi borghi ripercorrendo le antiche tratte ferroviarie tra Campania, Puglia e Basilicata con il treno storico.

Sfilata dei carri allegorici del Carnevale Montemaranese

carnevale di montemarano 2018
Sfilata al Carnevale di Montemarano – Foto: www.orticalab.it

Il Carnevale di Montemarano è giustamente famoso per la sua autenticità: si tratta dell’evento storico più importante che si tiene nel Sud Italia e si caratterizza per la sua allegria e la sua originalità.

Non sono previste processioni sfarzose e imponenti, ma sfilate tradizionali dove la musica popolare locale risulta essere la vera protagonista.

Per partecipare al carnevale montemaranese occorre semplicemente ballare.

Non è necessaria avere una maschera bella oppure costosa in quanto lo spirito dell’evento si basa sulla spontaneità, sull’entusiasmo e sul livellamento delle classi sociali.

I cortei mascherati sono dominati dall’idea del rovesciamento e dal desiderio di cambiare completamente la realtà. Ecco perché i travestimenti originali consistevano nell’indossare abiti al rovescio; ancor oggi gli uomini si vestono da donna e le donne da uomini per essere irriconoscibili e caricaturali così da prendere in giro le convenienze sociali, la famiglia e le autorità.

Non per nulla la maschera simbolo della manifestazione montemaranese è la versione locale di Pulcinella.

I carri del Carnevale di Monteramano percorrono le vie del paese a partire dal pomeriggio della domenica di apertura ufficiale.

L’evento si ripete poi il pomeriggio del lunedì successivo e di martedì grasso. Dai carri vengono lanciati dolciumi, confetti e biscotti alla folla e anche il caporabballo distribuisce dolcetti locali mentre balla la tarantella.

Carnevale Morto

La domenica successiva invece i carri non sfilano accompagnati dalla musica popolare e dalle persone mascherate in festa, bensì a lutto. Si tratta del corteo funebre del carnevale locale conosciuto come Carnevale Morto, che ne sancisce il termine, la domenica dopo le Ceneri.

Si tratta di un ironico commiato che comprende anche la lettura del testamento del Signor Carnevale e che si trasforma sempre in un momento grottesco volto a suscitare le risate della folla, coinvolta nell’ironica parodia e pantomima.

Infatti il Carnevale non è morto perché è arrivato il tempo di Quaresima, dedicato alla penitenza e al digiuno di purificazione in attesa della Pasqua, ma semplicemente perché ha fatto bancarotta dopo aver speso tutto per divertirsi. Di conseguenza la lettura del testamento si risolve in un elenco di debiti per feste, cibo e bevande.

Terminato il funerale, i carri del Carnevale di Monteramano possono sfilare un’ultima volta in tutta la loro allegria.

Infatti sono previste danze sfrenate al suono della tarantella fino a tarda notte.

L’evento conclusivo è un simbolico augurio di una primavera dal clima mite e dagli abbondanti raccolti, rappresentato dalla rottura della Pignata per far fuoriuscire una grande quantità di biscotti e dolciumi, per la gioia di ragazzi e bambini.

Programma del Carnevale di Montemarano 2019

programma carnevale montemarano 2018

L’Edizione 2018 del Carnevale di Montemarano non smette di stupire grazie ad un calendario e ad un programma ricco di iniziative. Come di consueto, sono previste le sfilate in maschera per le vie più importanti della città accompagnate dai gruppi musicali e da tanta buona musica.

Le date della manifestazione saranno:

  • Domenica 04 Febbraio 2018
  • Domenica 11 Febbraio 2018
  • Martedì 13 Febbraio 2018
  • Domenica 18 Febbraio 2018

Per maggiori informazioni, vi invitiamo a consultare il sito ufficiale della manifestazione carnevalesca abruzzese.

CONDIVIDI