Carnevale di Palma Campania 2019: il mito delle quadriglie musicali

688
carnevale palma campania 2018
Carnevale di Palma Campania – Foto: www.napolidavivere.it

Il Carnevale di Palma Campania è una delle manifestazioni più importanti del mese di Febbraio: tra le feste di Carnevale in Campania, quella della cittadina napoletana è nota per la sua storica esibizione che mette in mostra sfilate di artisti di strada, gruppi folkloristici, maschere e soprattutto tanta musica e divertimento.

La manifestazione carnevalesca ha origini nella tradizione: durante i giorni di febbraio e fino al Martedì Grasso, il carnevale palmese si caratterizza per la spettacolare sfilata delle quadriglie.

Questi gruppi mascherati molto numerosi comprendono quasi duecento tra musicisti, ballerini e componenti della banda musicale, che pongono in essere una sfilata storica che attraversa le vie della città campana al passo tradizionale di musiche antiche e più recenti.

L’esibizione delle quadriglie prevede una gara tra i vari gruppi, ciascuno dei quali sceglie un proprio tema e sottopone al pubblico uno spettacolo fatto di recitazione, musiche tradizionali e balli: i canzonieri delle quadriglie, diretti dai registi con bacchetta, scandiscono l’esibizione con moltissimi momenti di coinvolgimento anche per il pubblico.

I vincitori vengono premiati con la palma della migliore quadriglia e il nome del maestro di quadriglia viene inserito su un muro che ricorda i maestri degli ultimi cento anni.

Il Carnevale di Palma Campania 2018 inizia il 27 Gennaio con la storica cerimonia del ratto del gagliardetto, che prevede il passaggio di consegne tra il vecchio e il nuovo maestro delle quadriglie: durante lo stesso giorno si inaugura il villaggio delle quadriglie, vero e proprio laboratorio all’interno del quale gli artisti si preparano alla manifestazione. Le celebrazioni proseguiranno quindi fino al martedì grasso.

Durante tutti i giorni del carnevale, inoltre, è possibile ammirare maschere e costumi di grande impatto e originalità, che caratterizzano l’intera manifestazione: si tratta di prodotti dei sarti e degli artigiani locali, che danno sfoggio della propria maestria nel creare figure di elevata qualità e di pregio.

Il programma del carnevale palmese, ovviamente, prevede molte altre manifestazioni, dagli eventi per i bambini alle sfilate più estemporanee di molte persone in festa, che lanciano coriandoli e festoni, in un’esplosione di colori e felicità.

Storia del Carnevale di Palma Campania

storia carnevale palma campania 2018
Quadriglia del Carnevale di Palma Campania – Foto: www.bassairpinia.it

Il Carnevale di Palma Campana è il momento dell’anno in cui, più di altri, vengono a galla le tracce di riti arcaici e di tradizioni folcloristiche profondamente radicate e sentite in tutta la regione.

Esso infatti si lega alla gloriosa tradizione partenopea e al carnevale napoletano, che aveva inizio il 17 gennaio, la festa di Sant’Antonio Abate, con il rito propiziatorio dell’accensione dei falò e durava quindi più di un mese, concludendosi a febbraio, il martedì grasso.

Carri allegorici, maschere, musiche e danze accompagnavano una festa le cui radici affondano probabilmente negli antichi riti pagani dei Baccanali e dei Saturnali e che aveva poi assunto un significato religioso, segnando, con la sfrenatezza e l’abbondanza del martedì grasso, l’inizio del periodo penitenziale della quaresima.

Booking.com

Da Napoli il carnevale si è spostato poi nelle località dell’entroterra ed è a Palma Campania, ridente e storica cittadina alle pendici del Vesuvio, che riprende in una chiave del tutto originale la ricchezza e i colori della tradizione, recuperando il significato di una festa che vuole esorcizzare la morte di un inverno ormai trascorso e propiziare il risveglio della natura.

Carri del Carnevale di Palma Campania

Appuntamento imperdibile del carnevale in Campania, il carnevale palmese si caratterizza per la spettacolare sfilata delle quadriglie.

Si tratta di gruppi mascherati, compagnie folcloristiche dalla tradizione plurisecolare, composte ciascuna da quasi duecento tra musicisiti, ballerini e maschere dai costumi curatissimi.

Un totale di un migliaio di figuranti percorrono le strade della città al ritmo indiavolato di musiche tradizionali e contemporanee eseguite, oltre che da una banda di fiati con i tipici strumenti della tradizione musicale partenopea: putipù, triccheballacche, scetavajasse, tamburelli e campanacci.

Ciascuna quadriglia sceglie ogni anno un tema di riferimento e in coerenza con questo, si esibisce a beneficio del pubblico accalcato nelle strade in uno spettacolo vero e proprio, con pieces recitate, canzoni e coreografie.

L’eccezionale regista delle quadriglie, è il cosiddetto maestro, che con la sua bacchetta orchestra e dirige la performance, scandisce i tempi musicali e, al centro del cerchio dei quadriglianti, intreccia con loro e con i musicisti un dialogo di gesti e battute, coinvolgendo anche il pubblico.

Ma sono forse i costumi indossati dai quadriglianti l’elemento di maggiore originalità e spettacolarità dell’intera kermesse: non dobbiamo pensare infatti a maschere dozzinali o comuni travestimenti bensì a vere e proprie opere d’arte, realizzate grazie alla maestria delle sarte e degli artigiani locali che lavorano un anno intero per dar vita a dei piccoli capolavori dal potente impatto scenografico.

Nei laboratori carnascialeschi di Palma Campania gli stilisti del carnevale, da semplici schizzi preparano i bozzetti che prendono poi forma grazie all’utilizzo di tessuti di ogni tipo, materiali creativi e preziosi, con grande attenzione alle forme e ai colori.

Il costume dovrà avere soprattutto una forte immediatezza comunicativa e rappresentare al meglio il tema scelto dalla quadriglia.

L’apice dei festeggiamenti si raggiunge al termine della sfilata del martedì grasso, quando ogni quadriglia si esibisce sul palco della piazza centrale nel proprio canzoniere ed ha trenta minuti di tempo per convincere il pubblico e la giuria con il proprio spettacolo, i propri costumi ed il tema scelto.

La giuria attribuisce la palma di migliore quadriglia ed il maestro della quadriglia vincitrice riceve l’onore di una stella su quello che è diventato il vero e proprio wall of fame di Palma Campania: un muro pieno di stelle ciascuna delle quali reca il nome dei maestri di quadriglie che, negli ultimi cento anni, si sono aggiudicati l’ambita vittoria nel Carnevale.

Programma del Carnevale di Palma Campania 2019

programma carnevale palma campania
programma carnevale palma campania

Anche quest’anno dunque a Palma Campania, grazie all’opera della fondazione palmese, rivivrà l’autentico spirito del Carnevale e si comincerà il 27 gennaio con la tradizionale cerimonia del ratto del gagliardetto, durante la quale ci sarà il passaggio di consegne tra il vecchio e il nuovo maestro delle quadriglie.

Nello stesso giorno è prevista una festa per l’inaugurazione del villaggio delle quadriglie, dove i gruppi carnevaleschi locali potranno provare le loro performance musicali e le loro coreografie.

Quest’anno le quadriglie che già da tempo stanno preparando i loro temi saranno nove: gli amici di Pozzoromolo con il tema “I quattro elementi”, ‘A Livella con “Incantati dal bosco”, I Gaudenti con “30 Vueltas Guadenti olè”, I MoNelli con “Mo_Nell-Iphone”, Gli Scugnizzi con “Tirateve a port’voi ch’entrate”, Scusate il ritardo con “La magia della spada nella roccia”, gli “Studenti”con “Studentilandia”, Teglanum con “Alegria il cirque de soleil” e Tutta nata storia con “Aladdin”.

Ben due saranno le occasioni per assistere alla sfilata di questi gruppi variopinti, il 4 febbraio e l’11 febbraio con la cosiddetta Messinscena delle Quadriglie. Il vero e proprio Canzoniere, ovvero lo spettacolo conclusivo in cui si esibiscono tutti i gruppi avverrà, come per tradizione, nella giornata del martedì grasso, che ricorre quest’anno il 13 febbraio.

Per gli sportivi invece, o per chi ha semplicemente voglia di mettersi in gioco in una spensierata e leggera competizione, c’è la tradizionale maratonina di carnevale che impegna i partecipanti in una corsa di 10 km.

Cosa sarebbe poi il Carnevale di Palma Campania senza gustare le specialità gastronomiche che la tradizione riserva per questa festa? Non mancano gli appuntamenti enogastronomici durante i quali assaggiare le immancabili lasagne napoletane, oltre che i dolci tipici del carnevale come le chiacchiere, il migliaccio e l’irresistibile sanguinaccio.

CONDIVIDI