Carnevale di Ferrara 2019: la storia rinascimentale dell’Emilia Romagna

2494
carnevale rinascimentale ferrara 2018
Carnevale rinascimentale di Ferrara – Foto: Turismo Emilia Romagna/Flickr

Il Carnevale di Ferrara è una manifestazione in maschera che esalta la profonda essenza rinascimentale della storia della città estense, non a caso definito Carnevale Rinascimentale di Ferrara.

Questa definizione è importante perché le parate nel centro storico, all’interno del cortile del Castello Estense o nella bella piazza municipale, antica corte di palazzo dei duchi regnanti, più che in altre città, riportano le lancette dell’orologio nelle vie della città a quell’apoca gloriosa e raffinata.

Musica antica, banchetti rinascimentali, rievocazioni storiche e balli in maschera, sono la tipicità di una città che nel proprio Rinascimento ritrova l’essenza stessa della sua gloria e bellezza, motivi per cui Ferrara è stata da anni eletta Patrimonio dell’Umanità UNESCO già nel 1995, prima di tutte le altre città dell’Emilia Romagna.

Le figure impegnate provengono direttamente da un’altra manifestazione tipica estense: il Palio di Ferrara, e il Carnevale di Ferrara, nelle splendide cornici di palazzi antichi in cui dame e cavalieri, spettacoli di bandiere e gruppi mascherati, colorano la città per una giornata di festa, preludio a ciò che saranno nei mesi successivi gli appuntamenti preparatori al palio estense.

Come tutti gli anni la corte estense sarà pronta ad onorare il Duca Ercole d’Este: gli sfarzi di una corte ricca e prestigiosa, la sera prima delle sfilate e dei cortei, rivivranno con la cena a corte in cui gruppi mascherati in tema, nei quali duchi e duchesse giungeranno al cospetto del Duca regnante con eleganza e riverenza, sottolineati dalle musiche tradizionali suonate con liuti e ghironde, per una festa in maschera che è storia popolare e nobiliare.

Ovviamente la manifestazione prevede anche le classiche maschere di Carnevale: accanto ai cortei storici la città estense offre, come in tutte le grandi piazze dei carnevali italiani, laboratori per bambini, occasioni per indossare le maschere moderne, anche se alcune famiglie vogliono anche per i loro bambini un mascheramento in tema con il periodo, comunque non mancheranno i consueti lanci di coriandoli, le maschere allegoriche, le tradizioni gastronomiche del martedì grasso, come i crostoli (i ‘grustàl’) la versione ferrarese delle chiacchiere.

Per informazioni ricercate le date ufficiali sul web: l’edizione 2018, attenendosi alla tradizione che vuole il Carnevale di Ferrara la domenica precedente il martedì grasso, celebrerà la propria festa in maschera popolare e rievocativa nei giorni compresi tra l’8 e l’11 febbraio, il periodo voluto dall’ente organizzatore in cui tutto l’evento riporta il tempo all’epoca in cui nobili e popolani, accanto alla bella Eleonora d’Aragona regnante, invitando, ancora una volta, ferraresi e turisti giunti da ogni parte d’Italia a corte, tra lazzi e canti, musici e bandiere.

Storia del Carnevale di Ferrara

Il Carnevale è comunemente inteso come il periodo antecedente alla Quaresima. Termina difatti con il Martedì grasso, a cui segue il Mercoledì delle ceneri, che segna l’inizio della Quaresima.

La storia del Carnevale di Ferrara nasce proprio in questa deliziosa città, oggi riconosciuta come patrimonio dell’Unesco.

Fu Ercole I d’Este a dare particolare importanza a quest’evento, coniugando i festeggiamenti con l’amore per il teatro e le arti. Egli decise di rendere fruibili al grande popolo le commedie di Terenzio e Plauto, dando ordine di tradurre la prosa classica in lingua volgare.

Booking.com

Era il 1486 quando venne rappresentata per la prima volta l’opera di Plauto “Menaechmi”, proprio nel Cortile del palazzo Ducale di Ferrara.

Questo passaggio fu talmente rilevante per gli storici da ritenere che abbia segnato l’inizio dell’era moderna del teatro.

Negli anni successivi, la tradizione di realizzare spettacoli teatrali con costumi e scenografie complesse divenne una consuetudine. Così per tutto il ‘400 e il ‘500, molte corti europee furono protagoniste di grandi feste associate al Carnevale rinascimentale di Ferrara.

Dolci del Carnevale di Ferrara

dolci carnevale di ferrara
Dolci di Carnevale di Ferrara – Foto: www.dolcesalato.com

Il Carnevale di Ferrara porta con sé anche la tradizione dei tipici dolci di questo periodo. Si tratta di preparazioni genuine, fatte di pochi ingredienti, facilmente reperibili all’epoca così come oggi. Sono tutti dolci che vengono impastati e poi fritti nell’olio.

Uno dei simboli della festa in maschera estense è dato sicuramente dai crostoli. Chiamati in modo differente da nord a sud, i crostoli sono dolci fragranti. Al Sud li conoscono sotto il nome di “chiacchiere”.

Conoscete invece le tagliatelle fritte? Sono un omaggio ai capelli biondi di Lucrezia Borgia e non sono altro che la variante delle tradizionali tagliatelle.

Altro piatto succulento tra i dolci di Carnevale di Ferrara sono sicuramente i lupini, dei cordoncini di pasta morbidi che vengono schiacciati e assumono la forma di piccole palline. Infine non possono mancare i classici tortelli, che per l’occasione diventano dolci con un ripieno di marmellata, mostarda o crema. Sempre fritti, ovviamente.

La vostra dieta forse ne risentirà, ma sono davvero gustosi e tutti da provare!

Programma Carnevale di Ferrara 2019

programma carnevale ferrara 2018
Foto: www.paliodiferrara.it

Per tutte le date e le informazioni sul programma del Carnevale di Ferrara 2018, vi invitiamo a consultare il sito ufficiale della manifestazione carnevalesca. Di seguito, gli eventi più importanti:

  • Giovedì 20 Febbraio 2018 – presentazione dell’edizione 2018 del carnevale rinascimentale
  • Sabato 10 Febbraio 2018 – saranno organizzate diverse visite guidate in giro per la città. Vi consigliamo di non perdere la visita in barca nel fossato del castello estense.
  • Domenica 11 Febbraio 2018 – chiusura del carnevale rinascimentale a Piazza Castello. Sfilata del corteo di Ercole I d’Este da Piazza Castello allo Scalone d’Onore del Palazzo Ducale. Lettura dell’editto di chiusura del Carnevale degli Este.

CONDIVIDI