Carnevale di Sauris 2019: la notte delle lanterne più magica del Friuli

623
carnevale sauris 2018
Carnevale di Sauris – Foto: http://showmefriuli.com

In occasione del Carnevale di Sauris, ogni anno questo antico borgo montanaro, con le sue casette tradizionali, le piccole viuzze con le belle architetture in pietra e legno e i pascoli e i fienili tenuti a regola d’arte dagli abitanti del posto, si trasforma se possibile, in qualcosa di ancor più meraviglioso.

Quasi come se fossimo lanciati nel passato grazie ad un magico portale, le strade, l’aria, l’atmosfera, tutto ci rimanda ad un’idea ancestrale di festa e allegria, fatta di genuinità, di purezza e di convivialità.

Il carnevale saurano è semplice e affascinante al tempo stesso, è storia e radici, è qualcosa da vivere attraverso le sue strade, attraverso lo spirito gioioso dei suoi abitanti che contribuiscono attivamente a rendere questo carnevale uno dei più spettacolari di tutto l’arco alpino.

Storia del Carnevale di Sauris

carnevale di sauris storia
Maschere del Carnevale di Sauris – Foto: http://showmefriuli.com

Il carnevale saurano, comunemente conosciuto anche come il Der Zahrar Voschankh, come praticamente tutto di questa città, ha origini antichissime.

I primi abitanti sauriani, contadini ed allevatori che dall’attuale zona di confine tra la Carinzia e il Tirolo insediarono il paese verso la fine del 1200, portarono con loro la tradizione di questa allegra festa fatta di riti, falò propiziatori, antiche danze e misteriosi personaggi che si aggirano, oggi come allora, con le loro maschere di legno per le vie del borgo.

Booking.com

I festeggiamenti del Carnevale di Sauris iniziavano tradizionalmente il giovedì dopo che il sacerdote aveva finito di benedire le case e poi si continuava a girare in maschera il sabato e la domenica.

Ed è proprio la caratteristica presenza di queste tipiche maschere, soprattutto le due principali, a rimandare più alle origini germaniche che alla tradizione propriamente italiana della moltitudine di personaggi in maschera.

Maschere del Carnevale di Sauris

maschere carnevale sauris 2018
Maschere del Carnevale di Sauris – Foto: http://showmefriuli.com

Le maschere del carnevale di Sauris sono appunto due: il Rölar e il Kheirar.

Il Rölar che indossa abiti scuri, il volto ricoperto dalla fuliggine e la testa fasciata da un fazzoletto a frange, è un personaggio alquanto rumoroso.

Esso infatti deve il suo nome ai sonagli – röln – che porta attaccati alla vita, e che agita continuamente per far sì che la gente venga avvisata che è arrivato il tempo di mascherarsi.

Naturalmente il gesto racchiude tutta la tradizione che viene dalle credenze passate, il suono dei campanelli infatti ha anche il compito di cacciare gli spiriti cattivi.

Il Kheirar invece, con i vestiti laceri, una grande maschera di legno e una scopa in mano, viene considerato il Re del Carnevale.

Bussa alle porte di tutto il paese e, una volta entrato spazza il pavimento (anche questo un gesto antico che richiama l’usanza di spazzare via tutte le cose “cattive” presenti in una casa) e a sua volta invita le coppie di maschere belle – scheana schembln – maschere che tradizionalmente indossano i vestiti della festa e si muovono e danzano con dei movimenti molto aggraziati, e le coppie brutte, le schentena schembln con vestiti laceri e rattoppati, che si muovono per il paese con atteggiamenti rozzi, ad entrare e ballare insieme a gruppi di suonatori di fisarmoniche.

Solitamente gli uomini indossano una maschera lignea o hanno il corpo e il volto ricoperto di fuliggine, mentre le donne portano sul volto una stoffa bianca e sul capo una “kapelina” un cilindro di cartone decorato con fiori di carta e perline.

Le coppie di maschere quindi, intrecciano delle antiche danze al suono di musiche che rimandano alle atmosfere di tempi remoti, muovendosi negli angoli più caratteristici del borgo

Ovviamente tutte le maschere sia quelle belle che quelle brutte sono delle vere e proprie opere d’arte in legno realizzate da bravissimi artigiani locali.

Notte delle Lanterne di Sauris

Durante i festeggiamenti del carnevale, ha inoltre luogo una delle più suggestive passeggiate al chiaro di luna a cui si possa partecipare: la tradizionale Notte delle lanterne di Sauris.

Lo spettacolare corteo carnevalesco, si riunisce il sabato che precede il mercoledì delle ceneri per dare vita a questa tradizione particolarissima.

Alla fine del giro cittadino infatti, nel momento culminante del Carnevale di Sauris, il Rölar e il Kheirar seguiti da tutte le maschere – e ovviamente da tanti spettatori curiosi – con tanto di lanterne in mano, iniziano a percorrere la strada che da Sauris di Sopra si inoltra nel bosco, passando tra i sentieri innevati arrivano in una radura dove li attende un grande falò propiziatorio.

Attorno al falò ci si scalda e si gode dei giochi di luce e ombra regalati dal fuoco e dalle lanterne.

Dopo, sulla strada del ritorno ci si ferma negli stavoli, delle baite tipiche del luogo costruite in legno e pietra dove si possono degustare alcuni dei prodotti tipici della tradizione alpina, come ad esempio dell’ottimo vin brulé o le caratteristiche frittelle calde aromatizzate alla salvia.

Il tutto si svolge nella cornice magica delle alpi innevate, a Sauris, minuscolo paese dove magia e tradizioni si mescolano tra loro per lasciare nell’anima del visitatore un segno indelebile, un ricordo che si porterà nella mente e nel cuore per sempre.

Programma Carnevale di Sauris 2019

programma carnevale sauris 2018

Per tutte le informazioni relative al carnevale saurano 2018, vi invitiamo a consultare il sito ufficiale della manifestazione carnevalesca friulana.

CONDIVIDI