Carnevale di Santhià 2019

2557
carnevale di santhia 2018
Carnevale di Santhià – Foto: https://uponatimeitaly.wordpress.com

Il Carnevale di Santhià, la città in provincia di Vercelli, è famoso per essere il carnevale più antico del Piemonte.

Questa manifestazione storica apre le danze il 6 Gennaio 2018 presentando i bozzetti dei carri allegorici e dando un primo assaggio della conosciutissima fagiuolata per poi chiudere l’evento martedì grasso 13 Febbraio 2018 con il rogo del Babaciu.

Durante il periodo del Carnevale Storico di Santhià, le vie cittadine sono invase da carri e maschere di ogni tipo per una grande festa all’insegna del divertimento e della tradizione, che resterà viva nel ricordo dei partecipanti.

I protagonisti indiscussi della festa sono Majutin dal Pampardu e Stevulin ‘dla Plisera, le maschere principali della città.

Ogni anno Majutin e Stevulin sono impersonati da una coppia diversa che viene presentata alla città il martedì precedente al carnevale santhiatese. Durante la presentazione, i due personaggi ricevono gli accessori per i loro costumi in quello che può essere una sorta di cerimoniale carnevalesco.

Il sabato seguente, queste due maschere del carnevale di Santhià entrano in città per ricevere dal sindaco le chiavi della medesima.

Booking.com

A rallegrare l’atmosfera del carnevale storico ci pensa l’Antica Società Fagiuolesca, da tempo immemore organizzatrice della manifestazione carnevalesca; oltre a questa, non può mancare la banda musicale, i Pifferi con i loro mantelli rossi, il Gruppo Tamburi e lo Stato Maggiore con le loro scintillanti divise sempre più simili a quelle dell’esercito napoleonico.

Dulcis in fundo il grandioso corso mascherato, la sfilata dei carri al quale tutta la popolazione prende parte. Parliamo di 2000 figuranti che sfilano in maschera tra i carri allegorici di prima e seconda categorica da domenica pomeriggio fino a martedì pomeriggio (11-13 Febbraio 2018).

Lunedì 11 Febbraio 2018 sarà invece il momento della Colossale Fagiuolata, un evento durante il quale saranno distribuiti gratuitamente fagioli e vino per 20.000 partecipanti.

Storia del Carnevale Storico di Santhià

carnevale di santhia 2018 storia
Foto: www.wikipedia.com

Di lontane origini, il Carnevale di Santhià viene citato su alcuni documenti risalenti all’anno 1328. All’epoca esisteva già una confraternita di giovani laici, chiamata l’Abbadia, o anche la Compagnia dei Folli di Santhià che, proprio in questo paese, organizzava danze e spettacoli.

I membri della Compagnia si recavano presso le case rurali della zona per riscuotere la Pula, dono simbolico degli abitanti per l’inizio della festa. L’Abbadia si prese cura del Carnevale per diversi secoli, fino all’avvento di Napoleone, quando se ne decretò lo scioglimento.

Ma la tradizionale del Carnevale non si estinse e venne tenuta in vita da una nuova compagnia, l’Antica Società Fagiuolesca.

Già in epoca medievale, ai componenti dell’Antica Società Fagiuolesca, che ancora oggi svolgono un ruolo primario nell’organizzazione delle sfilate e dei festeggiamenti, era affidata la cura e la programmazione del Carnevale. Da allora le cose non sono cambiate e gli antichi rituali del Carnevale Storico continuano a svolgersi secondo la tradizione.

Secondo un atto rinvenuto in tempi recenti, la nascita di questa grande festa sarebbe precedente, e verrebbe collocata nel 1093. Dall’originario rito benaugurante per allontanare la povertà e la fame, il Carnevale Storico di Santhià è diventato oggi un grande evento di gioco e allegria, una genuina festa popolare per grandi e piccini.

Carri di carnevale di Santhià

Ogni anno, un grande numero di abitanti di Santhià è coinvolto nella preparazione del carnevale. I carri vengono costruiti e poi assemblati da numerosi volontari, che si occupano anche dell’organizzazione dei diversi eventi e della realizzazione dei fantastici costumi indossati dai figuranti partecipanti alle tante sfilate.

Uno dei momenti più suggestivi del Carnevale di Santhià è la sfilata dei carri allegorici lungo le vie di Santhià, alla quale prendono parte numerosi personaggi in costume.

Molto importante è ancora il ruolo dell’antica Società Fagiuolesca. I componenti di questa società si occupano di organizzare, gli spettacoli e i riti che si svolgono dal giorno della Befana alle Ceneri, seguendo un rituale tradizionale antichissimo.

Ogni appartenente a questo gruppo è vestito di rosso, mentre solo alcuni di loro, cinque in tutto, possono fregiarsi di indossare una fascia dorata, simbolo dei Magnifici Cavalieri del Carnevale.

La fascia color argento, invece, è destinata al governatore, figura importantissima che custodisce la statua del personaggio protettore di tutto il Carnevale, Gianduja.

Le maschere più importanti di questi tre giorni di festeggiamenti sono una coppia di sposi, Stevulin e Majutin. Si tratta di due contadini che, stando alla leggenda, vengono eletti dal popolo come governatori della città per tutti i tre giorni del Carnevale. Sarà proprio il sindaco di Santhià a consegnare loro le chiavi della città, durante una solenne cerimonia che si svolge il sabato.

I loro costumi si riconoscono da alcuni oggetti che li caratterizzano: cappello, ombrello e cesta per Stevulin, grembiule e scialle per Majutin.

I figuranti con piffero tamburo vestono una divisa da fucilieri in perfetto stile napoleonico. Hanno la funzione di svegliare con le loro note l’esercito dei figuranti.

La Banda musicale di Santhià è presente per l’intera durata della manifestazione. La costituzione di questa banda tradizionale risale addirittura al 1793. I componenti, vestiti in divisa bianca, arancione e nera, seguono con la loro musica festosa ogni sfilata ed evento del carnevale, accompagnando anche il momento finale della manifestazione, che culmina col rogo del Babaciu, un grande personaggio fatto di cartapesta che segna la chiusura dei tre giorni di festeggiamenti e che viene bruciato in piazza la Domenica sera. Viene intonata la canzone del Carnevale per salutare e dare appuntamento all’anno successivo con nuove sfilate, carri e maschere.

Programma del Carnevale di Santhià 2019

programma carnevale santhia 2018
Manifesto ufficiale del Carnevale di Santhià

Per conoscere il nuovo programma del Carnevale di Santhià 2018, basta cliccare sul link ufficiale della manifestazione.

CONDIVIDI