Carnevale di Tempio Pausania 2019: programma e date del Carrasciali Tempiesu

301
carnevale tempio pausania 2019
Carnevale di Tempio Pausania – Foto: grazy.bitti/instagram

Il Carnevale di Tempio Pausania, un evento che si svolge in Gallura conosciuto anche come Carrasciali Tempiesu, è una delle manifestazioni più antiche ed esilaranti che si organizza ogni anno nella splendida isola della Sardegna.

Ogni Febbraio, migliaia di persone scelgono di festeggiare il carnevale in Piazza Gallura, tra balli in maschera e musica dal vivo. Sei giorni all’insegna del divertimento trascorsi tra le vie del centro, nelle quali hanno luogo veglioni mascherati con musica e balli, un modo divertente e stimolante per trascorrere giornate in allegria.

Il programma completo del Carnevale di Tempio Pausania 2018 inizia Giovedì Grasso 8 Febbraio con la sfilata di apertura, nella quale la mascotte Frisgjola, simbolo della città, fa il suo ingresso trionfale per le vie del centro storico accompagnato dagli ambasciatori, gruppi mascherati e carri allegorici.

Lo stesso giorno, presso il parco Tenda, un team di animatori si occupa di truccare i bambini e di effettuare face painting per gli adulti, per dare l’avvio ai veglioni mascherati.

I carri allegorici fanno il loro ingresso sfilando con le maschere tradizionali come quella di Re Giorgio e la popolana Mannena, tra danze, giochi e allegria.

Booking.com

La sfilata di mezu si svolgerà Domenica 11 Febbraio, preceduta in mattinata dalla parata della banda musicale della città di Tempio, in corso Matteotti.

Grazie al contributo della pro loco e delle associazioni carrasciali si può assistere alla sfilata degli sbandieratori di Arezzo, durante la festa in maschera di domenica e martedì.

L’edizione carnevalesca dell’anno 2018 si concluderà il martedì grasso, con la sfilata conclusiva che sancisce la morte del carnevale, con il rogo di Re Giorgio.

In questi giorni si potranno degustare piatti tipici, verranno distribuiti i frisjoli a tutti i bambini e verrà realizzata una rievocazione storico musicale a tutto tondo. I veglioni mascherati si protrarranno fino a notte fonda.

Storia del Carnevale di Tempio Pausania

La storia del carnevale di Tempio Pausania ha radici antichissime: si pensa addirittura che sia sorto prima dell’avvento dei romani.

Inizialmente si trattava di feste pagane, che si svolgevano nei primi mesi dell’anno, quando il lavoro della terra veniva interrotto per far riposare i campi e i contadini potevano concedersi dei giorni di riposo e divertimento.

In questo periodo si poteva giocare, ballare e far festa. Proprio in età preromana nasce il personaggio di Re Giorgio considerato come lo spirito della terra fertile che come da tradizione, veniva sacrificato periodicamente per conquistare la benevolenza degli dei.

Questa importate figura, chiamata Gjolgju col passare del tempo ha delineato le caratteristiche del personaggio allegorico nominato Lu Traicoggju una figura un po’ uomo e un po’ bestia, che rappresenta le anime morte.

Oggi viene raffigurato come un uomo che malandato, cammina trascinando con se pentolacce, padelle e catene, come simbolo di presenze oscure.

Questo personaggio viene arso l’ultimo giorno del carnevale tempiese, con lo scopo di esorcizzare il male e auspicare il bene.

Un’altra maschera tradizionale, realizzata con abiti dismessi, lenzuola e coperte vecchie, è quella del Gabbano, uomo che prende le sembianze di donna o viceversa.

Con il trascorrere degli anni e l’incontro con altre civiltà, il Carnevale di Tempio Pausania ha inserito altre maschere allegoriche, provenienti dal mondo della politica, della cultura e dello spettacolo, ironizzando i loro comportamenti e divertendo gli spettatori.

Queste nuove ed esilaranti maschere vengono fatte sfilare su carri, per le vie del centro città.

Nonostante siano trascorsi secoli dall’inizio delle celebrazioni carnevalesche, a Tempio Pausania si respira ancora la tradizione popolare antica, anche grazie alla degustazione di cibi e bevande appartenenti alla cultura tempiese, un’imperdibile occasione per tornare indietro nel tempo, tenendo lo sguardo anche al presente.

Un connubio tra tradizione e innovazione che rende oggi più di ieri, viva e pulsante la festa del carnevale tempiese.

Carri allegorici del Carnevale di Tempio Pausania

I carri allegorici del Carnevale di Tempio Pausania vengono realizzati dalle associazioni carrasciali locali, che si riuniscono e collaborano per allestire ogni anno spettacoli originali e stravaganti.

Una delle caratteristiche che contraddistingue questa squadra di creatori di maschere in cartapesta è l’attualità, ogni loro progetto viene concepito in base alla realtà nella quale viviamo, fatti ed avvenimenti anche molto significativi della storia contemporanea, vengono filtrati e rappresentati da un punto di vista inusuale, un modo intelligente e allo stesso tempo divertente per rappresentare il mondo.

D’altronde a Carnevale ogni scherzo vale. Dal 2008 i carri in cartapesta vengono progettati e definiti nell’Opificio del Carnevale, presso l’ex edificio adibito alla trasformazione del sughero, in Viale della Fonte Nuova.

Le maschere tradizionali del carnevale tempiese che hanno contribuito alla rievocazione storico musicale della città, sono state affiancate da nuove e simpatiche figure allegoriche, che rappresentano personaggi di spicco della politica, dell’economia ma anche personaggi dello spettacolo e dello sport, rivisitati in chiave ironica e burlesca.

Il carnevale è per antonomasia lo stravolgimento di tutti i canoni e di tutti i valori, un periodo di tempo in cui poter giocare e divertirsi in compagnia.

I carri allegorici fanno il loro ingresso nella cittadina da Via Demuro, passando per via Amgioi e Corso Matteotti, fino a Via Gramsci.

Programma Carnevale di Tempio Pausania 2019

Per tutte le informazioni sul programma e sulle date del carnevale tempiese, vi invitiamo a consultare il sito ufficiale della manifestazione carnevalesca sarda.

CONDIVIDI