Carnevale di Avola 2019: programma della sfilata dei carri allegorici

7235
carnevale avola 2018
Carnevale di Avola 2018 – Foto: www.guidasicilia.it

Il Carnevale di Avola è ormai giunto alla 57^ edizione e, tra balli in piazza e lunghe sfilate in maschera, il divertimento è assicurato per grandi e piccoli!

Gli abitanti di questo piccolo centro della Sicilia e i numerosi turisti che si recano qui per la manifestazione attendono con gioia questo appuntamento annuale per concedersi quattro giorni di puro svago.

Il programma del carnevale avolese rimane fedele a una tradizione decennale che da sempre ha saputo garantire un grandioso successo.

I festeggiamenti cominciano il sabato e si concludono il martedì grasso della settimana seguente con il maestoso rogo del simbolo per eccellenza di questo evento: il Re Carnevale.

Questo è un momento incredibilmente magico e suggestivo che segna l’inizio della quaresima e riunisce in piazza tutta la popolazione. Si saluta il carnevale con un caloroso arrivederci, con la speranza che l’anno seguente riesca a regalare lo stesso carico di gioia ed emozioni.

Booking.com

Il comitato che si occupa dell’organizzazione, pianifica serate a tema che incontrano il gusto di tutti, dedicate sia alle sgargianti sfilate con i carri di cartapesta sia ai concorsi letterari.

Il più famoso e apprezzato dagli scrittori è sicuramente quello riservato alle poesie dialettali inedite che vengono recitate dagli autori stessi durante un’apposita manifestazione.

Naturalmente viene decretato un vincitore che riceve un premio in denaro nella giornata conclusiva.

Il Carnevale di Avola viene aperto dalla sfilata per le vie del paese del suo protagonista indiscusso, un grande fantoccio variopinto soprannominato per l’appunto Il Re, il tutto accompagnato dalle melodie festose suonate dalla banda musicale del paese.

E poi al via con i balli fino a tarda notte, dedicati ai giovani ma anche alle famiglie con bambini.

Ce n’è davvero per tutti i gusti ed è impossibile non rimanere entusiasti dalla ricca varietà di costumi e maschere sfoggiati in questa occasione!

Storia del Carnevale di Avola

storia carnevale di avola 2018
Carnevale di Avola – Foto: www.ilturista.info

Il Carnevale di Avola è uno tra i più famosi in Italia e attrae ogni anno migliaia di turisti provenienti da ogni angolo della penisola.

Questa splendida festa popolare vanta una storia lunga centinaia di anni, benché solamente dal 1961 si è deciso di renderlo un evento ricorrente e organizzato nei minimi dettagli.

Fin dal medioevo, il carnevale avolese rappresenta un momento unico di gioia e divertimento, durante il quale ci si può distaccare dal lavoro e dalla monotonia della vita quotidiana.

La prima testimonianza che abbiamo di questa manifestazione risale al 1912, anno in cui il giornalista Gaetano Apollo Gubernale pubblicò sulla sua rivista La Siciliana un articolo descrivente nei dettagli le maschere tradizionali della sua terra. Ne riportiamo una parte saliente in queste righe per chi avesse il piacere di leggerlo.

“La maschera che conta un maggior numero di affiliati è quella del massaru con vestimento all’antica, cioè la tradizionale ormai scomparente meusa in testa, camicia di flanella bianca, giacca cortissima, calzoni di velluto, ampi e corti fino al ginocchio, calzette lunghe e bianche e stivaloni larghi.

I massari camminano saltellando sulla punta dei piedi, tenendo in mano una forcella e sulla spalla i vertuli (bisacce). Vien dopo quella dei micheli consistente in un berrettone a maglia bianca infilato sulla testa fino al collo, con quattro buchi orlati di rosso, fatti adattamente in ordine agli occhi, al naso e alla bocca; e una lunga camicia di donna stretta al fianco da una cordicella di liama (disa), oppure da una correggia di cuoio ornata da cianciani (sonagli).

I micheli portano in mano una maccia r’ardicola (pianta di ortica), o una frasca d’ulivo, con le quali van pungendo e percotendo gli amici e i parenti che incontrano per via; il loro passo è un trotto continuato; la voce un gutturale monotono, rullante, noioso.

Essi sono capaci di combinare per le vie scenette ridicole, umoristiche, piacevoli per gli spettatori.”

Grazie a queste vivide descrizioni è semplice entrare nel vivo della festa e desiderare di sperimentare in prima persona l’entusiasmo di vestire una maschera tradizionale.

Naturalmente il Carnevale di Avola non è rimasto uguale a se stesso nel corso degli anni ma è cambiato in parte, permettendo così ai giovani di potersi esprimente con costumi moderni e in linea con i tempi.

Carri del Carnevale di Avola

Il Carnevale di Avola deve gran parte del suo successo ai maestosi carri allegorici e infiorati realizzati a mano per l’occasione.

Questi manufatti di cartapesta non mancano di sorprendere di anno in anno adulti e bambini, grazie alla ricchezza dei dettagli e agli effetti scenici resi possibili dalle moderne tecnologie.

Le tipologie dei carri di carnevale di Avola sono diverse e vengono accompagnate da costumi in linea con i soggetti rappresentati.

I più numerosi sono sicuramente i carri allegorici e grotteschi, creati per divertire e fare satira su argomenti attualmente dibattuti, riguardanti la politica o il mondo dello spettacolo.

Ugualmente belli anche se meno frequenti sono i carri infiorati, allestiti con migliaia di fiori posizionati l’uno di fianco all’altro, a formare figure talvolta molto complesse.

Da tutto ciò si può evincere il grande l’impegno che gli organizzatori dell’evento ripongono di anno in anno per assicurare il divertimento ai concittadini e ai numerosi turisti.

Non ci resta quindi che darci appuntamento ad Avola dall’8 al 13 febbraio 2018, per goderci la 57^ edizione del carnevale avolese!

Programma del Carnevale di Avola 2019

programma carnevale avola 2018

Per tutte le informazioni e le date della edizione 2018 del Carnevale di Avola, vi invitiamo a consultare il sito ufficiale della manifestazione.

CONDIVIDI