Carnevale di Sciacca 2019: date, programma ed inni del carnevale più antico di Sicilia

4384
carnevale sciacca 2018
Carnevale di Sciacca – Foto: www.traveltastesicily.com

Il Carnevale di Sciacca, la bella città in provincia di Agrigento, è una delle manifestazioni in maschera più popolari di tutta la Sicilia, capace di attirare ogni anno a Febbraio migliaia di turisti e curiosi.

Uno spettacolo di cinque giorni di festa dove tra carri allegorici, gruppi mascherati, inni del carnevale ed una ottima gastronomia, non ci si annoierà di sicuro.

Le origini di questa festa in maschera a pochi chilometri dalla valle dei templi sono antichissime, tanto che già nel 1889 venne inserita da Giuseppe Pitré nella lista delle tradizione popolari più radicate in Sicilia.

Ancora oggi, le tradizioni del Carnevale di Sciacca si mantengono vive grazie all’impegno delle tante persone che preparano le sfilate dei carri – opere in cartapesta davvero impressionanti – e le coreografie del corteo mascherato.

Grazie al loro impegno, il carnevale saccense riesce sempre ad essere una manifestazione originale ed unica.

Indiscusso simbolo del carnevale è Peppe Nappa, una maschera locale molto conosciuta.

La festa vero e propria inizia il giovedì grasso con la simbolica consegna delle chiavi della città al Re del Carnevale, e da questo momento la manifestazione mascherata ha inizio.

Per le vie del centro inizieranno a sfilare i gruppi mascherati, si ascolteranno i primi inni di carnevale, il tutto in attesa che il venerdì sera diventino protagonisti i grandi carri allegorici in cartapesta.

Storia del Carnevale di Sciacca

storia carnevale di sciacca
Foto: www.bbsolaris.com

Secondo alcune fonti, le origini del Carnevale di Sciacca risalirebbero addirittura all’epoca romana, quando venivano celebrati i saturnali.

La festa sarebbe mutata infinite volte nel corso del tempo, fin quando, agli inizi del XVII secolo, l’allora viceré Ossuna stabilì che al termine della ricorrenza tutti gli abitanti di Sciacca avrebbero dovuto indossare delle maschere.

Le primissime manifestazioni dovettero essere molto simili ad una festa popolare durante la quale veniva consumato parecchio vino, insieme ad alcune delle pietanze tipiche del posto, fra cui gli onnipresenti cannoli siciliani.

Booking.com

Con i primi anni del Novecento, cominciarono a comparire i primi carri, che in un’atmosfera di allegria e confusione generale, solcavano la folla trasportando comitive mascherate.

Orchestrine e attori si avvicendavano sui carri trascinati da cavalli e buoi ed incitavano la gente a partecipare ai canti e agli inni.

Qualche anno dopo comparvero i primi carri addobbati e col passare del tempo i carri allegorici divennero sempre più grandi e sofisticati.

La satira politica e sociale divenne il tema predominante e i volti noti della politica nazionale e locale presero ad ornare i carri più suggestivi.

Carri del Carnevale di Sciacca

Già molti mesi prima dell’inizio della festa, gli abitanti del luogo e le compagnie di rivista cominciano ad elaborare i propri carri del Carnevale di Sciacca, coinvolgendo una folta mano d’opera.

Nella notte del venerdì antecedente alla settimana del carnevale, i carri vengono trasportati nelle vie della città e vengono montati ed allestiti sul posto.

L’assemblaggio dei carri costituisce un passaggio fondamentale ed accompagna un’attesa che con il passare delle ore diventa sempre più febbrile.

Le sfilate avvengono durante le giornate di sabato, domenica, lunedì e martedì. Tuttavia, il carnevale comincia già a partire dal giovedì precedente, giorno durante il quale cade la consegna simbolica delle chiavi della città siciliana al Re del Carnevale saccense, Peppe Nappa, la maschera locale che apre e chiude ogni carnevale.

Il grande carro di Peppe Nappa attraversa le strade della città in testa alla sfilata e distribuisce salsicce e vino per tutta la durata della festa, finché durante il giorno di chiusura del Carnevale di Sciacca, non viene bruciato nella piazza.

Il rogo viene accompagnato dalle note del celebre inno e dal consueto spettacolo pirotecnico.

Alla sfilata dei carri del martedì grasso, segue la pubblicazione della classifica finale, che premia il carro che ha saputo distinguersi per facilità di movimento, bellezza della struttura ed inno.

Inni del Carnevale di Sciacca

Gli inni del Carnevale di Sciacca sono diventati un vero e proprio must all’interno di questa spettacolare festa popolare.

Già da qualche anno, gli inni vengono regolarmente registrati su CD e prim’ancora su musicassetta, allo scopo di consegnarli alla storia e ripercorrere i grandi momenti che hanno contrassegnato il Carnevale di Sciacca e la competizione tra i carri, che costituisce lo spettacolo nello spettacolo.

Inni e musiche, esattamente come i carri ed i temi trattati, devono essere assolutamente inediti e costituiscono un fattore importantissimo all’interno della valutazione finale tesa a sancire il vincitore del carnevale.

Questa antichissima manifestazione costituisce un fantastico esempio di come sia ancora possibile coniugare svago e divertimento con un’impareggiabile espressione artistica e culturale, che rende questo carnevale unico nel suo genere.

Oggi, una delle peculiarità principali di questa festa popolare è costituita dalla sezione recitativa, che ne fa l’unica manifestazione nazionale caratterizzata dalla declamazione di copioni completamente inediti, i cui temi, trattati in maniera satirica, si ispirano a noti personaggi politici nazionali e locali o ad alcuni dei più significativi e curiosi avvenimenti d’attualità.

Come detto, devono essere inediti anche gli inni e le musiche, che rappresentano un’appendice del copione, nonché un inno alla gioia e alla festa.

Date del Carnevale di Sciacca 2019

carnevale sciacca 2018 programma
Programma del Carnevale di Sciacca 2018 – Foto: www.sciaccarnevale.it

L’Edizione 2018 del Carnevale di Sciacca non smette di stupire grazie ad un calendario e ad un programma ricco di iniziative. Come di consueto, sono previste le sfilate dei carri allegorici per le vie più importanti della città accompagnate dai gruppi musicali e da tanta buona musica.

Le date della manifestazione saranno:

  • Sabato 10 Febbraio 2018
  • Domenica 11 Febbraio 2018
  • Lunedì 12 Febbraio 2018
  • Martedì 13 Febbraio 2018

Per maggiori informazioni, vi invitiamo a consultare il sito ufficiale della manifestazione carnevalesca siciliana.

CONDIVIDI