Carnevale di Arezzo 2019: date, programma e orari della festa dell’Orciolaia

1895
carnevale arezzo 2018
Carnevale di Arezzo – Foto: David Marconi

In Toscana, il carnevale si veste di mille sfumature. Trascinante e goliardico, il Carnevale di Arezzo, meglio conosciuto come Carnevale Aretino dell’Orciolaia, è una manifestazione straordinaria e coinvolgente, che richiama a sé ogni anno migliaia di visitatori immergendoli in un mondo di colori e fantasia, animato da una sfilata dei carri allegorici, dall’esibizione coreografica dei gruppi folkloristici e dal pittoresco vai e vieni dei trenini che trasportano i più piccoli.

Anche i bimbi, infatti, vengono coinvolti nel mondo carnevalesco attraverso un’incredibile viaggio di allegria e divertimento.

Unico nel suo genere, il Carnevale Aretino viene animato dai mille volti delle maschere che rallegrano le strade della cittadina toscana nei giorni carnevaleschi e dalle numerose attrazioni che trascinano il visitatore in un vortice emozionale davvero esplosivo.

Mascherate e divertimenti vari si accompagnano ovviamente a golose leccornie tutte da assaporare.

Storia del carnevale di Arezzo

carnevale aretino orciolaia 2018

Un sapore antico, quello del Carnevale toscano, che vede nascere i suoi personaggi più famosi all’interno della Commedia dell’Arte.

Costumi caratteristici e atteggiamenti codificati fissano la figura di questi personaggi nell’immaginario collettivo dando così vita a veri e propri stereotipi; ne è esempio la maschera tradizionale fiorentina di Stenterello, che secondo quanto affermava Pellegrino Artusi sarebbe anche l’ultima maschera originaria di questa vecchia tradizione.

Diversa l’origine di un’altra maschera regionale, quella tradizionale di Foiano della Chiana, proprio in provincia di Arezzo. Si tratta della maschera del Re Giocondo, il regnante assoluto della tradizionale sfilata allegorica, nonché il simbolo e il sovrano del Carnevale stesso.

Booking.com

Una maschera, quest’ultima, legata ad antichi riti, come quelli delle feste egiziane del toro Api e di Iside, dei Kronia dell’antica Grecia e dei Saturnalia dell’antica Roma.

Tutte maschere legate da importanti caratteristiche comuni: i travestimenti, le sfilate dei carri e l’accensione del pupazzo. Re Giocondo, infatti, imbottito di petardi viene bruciato nella piazza principale con l’impiego di lanterne.

Re Giocondo è altresì presente in un’altra suggestiva sfilata di carri allegorici, quella del Carnevale di Arezzo, nato nel quartiere dell’Orciolaia nel lontano 1967. Proprio da questo quartiere il Carnevale aretino ha preso il nome che lo contraddistingue, ovverosia Carnevale Aretino dell’Orciolaia.

Ideato da Don Sergio Bernardoni e da Don Angelo Sabatini, nella sua prima uscita questo Carnevale venne organizzato e animato dai giovani dell’oratorio della Chiesa dell’Orciolaia.

Negli anni seguenti il testimone è poi passato agli abitanti del quartiere.

Caduto nell’oblio per diversi anni, il Carnevale di Arezzo ha trovato la linfa per ricrescere nel 1972, riprendendo il suo ritmo grazie all’allestimento di tre carri allegorici, destinati ad aumentare negli anni seguenti.

È nel 1975 che la sfilata dei carri allegorici è uscita dal quartiere dell’Orciolaia per conquistare il centro della città. L’evento ha avuto una grande risonanza, un successo senza pari che si fu ripetuto l’anno successivo. In questo modo, nel 1977 venne suggellata la collaborazione con il famosissimo Carnevale di Viareggio. L’anno seguente nacque, invece, l’importante lotteria, che aveva lo scopo di finanziare la festa.

Nonostante la crescita del Carnevale di Arezzo sia stata inarrestabile, nel 1985 questa ha iniziato a scricchiolare. Da qui l’inizio di un periodo nero che ne ha visto il declino. Il Carnevale, quindi, si è spostato nuovamente dentro i confini del quartiere dell’Orciolaia.

Tuttavia, lo pseudo confino è durato pochi anni, perché nel 1989 il Carnevale Aretino ha riconquistato le vie del centro cittadino diventando uno degli eventi clou dell’intero ciclo dell’anno.

Carri del Carnevale di Arezzo

Il Carnevale di Arezzo viene organizzato ogni anno dal Comitato Carnevale Aretino Orciolaia in collaborazione con numerosi volontari. Ogni anno, l’evento anima le vie della città con quattro uscite, tutte accompagnate dai carri allegorici, dai trenini e, ovviamente, dai numerosi gruppi mascherati e da quelli folkloristici provenienti dai diversi carnevali del Bel Paese.

La manifestazione è patrocinata dall’Assessorato alle Politiche Sociali, Famiglia, Sport e Politiche Giovanili del Comune di Arezzo.

La sfilata dei carri allegorici di Arezzo, sovrastati da meravigliose figure costruite in cartapesta, porta in seno tutta l’ironia goliardica che si prende gioco in maniera canzonatoria di diversi personaggi noti e degli eventi di attualità più risonanti.

Le sfilate allegoriche aretine prendono il via con le parate dei carri. Tuttavia, prima d questi, alla testa del corteo colorato e festante c’è lui, il Re Giocondo, vera avanguardia della sfilata carnevalesca che alla fine della festa morirà gaudente in rogo.

Inventiva e partecipazione sono le costanti della sfilata dei carri allegorici di Arezzo, una manifestazione che trascina il visitatore nel cuore di un mondo di follia e adrenalina tutta da godere.

Ad arricchire questo carnevale tradizionale ci sono i Laboratori di Carnevale, speciali botteghe dedicate ai più piccoli e appositamente pensati per la realizzazione di materiale necessario a mettere a punto le performance che dovranno essere portate nelle diverse piazze del centro storico cittadino il giorno della sfilata allegorica.

Al Carnevale Aretino dell’Orciolaia divertirsi è una costante obbligatoria. Tuttavia, bisogna farlo nel massimo rispetto di alcune importanti regole, dal momento che alcune cose sono severamente vietate. Tra queste l’utilizzo di manganelli e l’impiego delle bombolette spray. Così facendo il divertimento è assicurato senza che alcuno si faccia male.

Programma del Carnevale di Arezzo 2019

programma carnevale arezzo 2018

L’Edizione del Carnevale di Arezzo 2019 sarà spettacolare grazie ad un calendario e ad un programma ricco di eventi. Come di consueto, sono previste le sfilate in maschera per le vie più importanti della città accompagnate dai gruppi musicali e da tanta buona musica.

Le date della manifestazione saranno:

Date:

Orario:

Prezzi:

Biglietti:

Programma completo: tutte le info le potete trovare sul sito ufficiale della manifestazione.

CONDIVIDI