Carnevale di Firenze 2019: programma, date e feste in maschera per i bambini

5607
carnevale firenze 2018
Carnevale in provincia di Firenze – Foto: https://istitutoeuropeo.blogspot.it

Il Carnevale di Firenze, è una festa amata da grandi e piccini. Manifestazioni, sfilate, tradizioni che riescono ad unire tutti in allegria e divertimento, ma un carnevale in particolare riesce a catapultarti in un passato ricco di abiti settecenteschi, in un passato in cui anche la nobiltà prendeva parte alla gioia dei cittadini con balli e veglioni organizzati per unire chiunque.

Firenze anche quest’anno riproporrà il veglione al Teatro della Pergola, in cui dame e cavalieri, gente di corte e sovrani, renderanno onore alle vecchie tradizioni e unendosi in balli regaleranno anche a questo carnevale la magia di un’epoca elegante e unica nel suo genere.

Sfilate di carri allegorici, atmosfera tra epoca antica e l’era moderna, maschere uniche e spettacolari, allegria e tradizioni tipiche popolari, tutto questo è Firenze, tutto questo è ciò che con tanta passione e lavoro la città riesce a trasmettere al meglio a chiunque decida di vivere ed essere il protagonista di un carnevale spettacolare.

Tra coriandoli, veglioni in maschera, spettacoli teatrali e tanto altro ancora, la città vi aspetta per regalarvi giorni di puro divertimento.

Storia del Carnevale di Firenze

carnevale firenze 2018 storia
Carnevale di Firenze – Foto: https://meetngreetme.com

La tradizione del carnevale di Firenze ha una lunga storia e prende vita al tempo dei Medici.

Giovani mascherati in mille modi si mischiavano tra la folla lanciando una palla fatta di stracci a tutte persone che s’imbattevano in loro. Lo stupore era tanto quanto il divertimento che questo trambusto creava.

Tra il XV e il XVI sec. il carnevale della Firenze Medicea iniziò ad essere più vissuto e sentito non solo dal popolo e dai personaggi più autorevoli della società di quel tempo, ma anche dallo stesso Lorenzo Dè Medici.

Booking.com

Iniziarono così il formarsi dei primi carri chiamati “trionfi” costruiti in legno e juta che venivano accompagnati da poesie e balli legati alla tradizione popolare.

Al tempo dei Lorena il carnevale prese una piega molto diversa e divenne regolato dal buon gusto nella scelta delle maschere e da un divertimento un po’ più “raffinato”.

Iniziarono così i veglioni e le feste in maschera che venivano organizzate nei teatri e soprattutto veniva usato come punto di ritrovo il Teatro della Pergola. Questa festa era amata non solo dai cittadini ma anche dai sovrani e dai capi dello Stato, tanto da organizzare veglioni pubblici sotto gli Uffizi.

Il carnevale di Firenze dopo un lungo percorso storico, tra cambiamenti di costumi e modi di divertimento, è oggi la festa carnevalesca più antica e rappresentativa d’Italia, non solo per le bellissime maschere che riempiono le strade e per i carri allegorici che sfilano per il viale, ma anche per le danze, gli sbandieratori, l’unione di adulti e bambini che si uniscono in questi giorni con spensieratezza e allegria.

Carri del Carnevale di Firenze

Anche il carnevale di Firenze è rappresentato da varie maschere, una in particolare Stenterello, un giovane allegro dotato di una grande furbizia che lo tiene o meglio riesce a toglierlo dai guai.

Stenterello è un giovane dall’aspetto magro quasi vivesse di stenti, vestito con abiti del 700, tanto colorati da suscitare allegria: panciotto giallo, giacca azzurra, calze a righe, cappello a punta e parrucca bianca.

Dopo Stenterello, altre maschere tradizionali arricchiscono il carnevale di Firenze: Burlamacco, caratterizzato dalla faccia di un clown, da un vestito a scacchi bianco e rosso, da un mantello e un largo cappello.

I capitani Fracassa e Spaventa che ne combinano di tutti i colori e l’ultima è la maschera sovrana, Re Giocondo, che apre la sfilata accompagnando i carri che riportano con satira tutti i fatti più significativi successi nell’arco dell’anno.

I carri in cartapesta rappresentano infatti con un tocco di allegria un fatto particolare vissuto da un politico, da un viso celebre del mondo dello spettacolo, da un calciatore e tantissimi altri personaggi.

I carri del carnevale di Firenze vengono realizzati da mani esperte di maestri, che con abilità e ingegno riescono a dare “vita” a qualsiasi personaggio, con movimenti di braccia, mani che salutano, teste che si voltano e che sembrano quasi apprezzare il vasto pubblico che li ammira.

Le creature di carta pesta animati sono accompagnati da gruppi, adulti e bambini, che vestiti a tema cantano, ballano e danno vita alla pioggia di coriandoli che colorano le vie della città e le teste di tutti i visitatori. I carri, o meglio ancora i teatri su quattro ruote sono suddivisi per categoria, iniziano la sfilata 9 carri di prima categoria, seguono 5 carri di seconda categoria, 9 gruppi in maschera e chiudono il corteo 9 maschere particolari di altrettanta bellezza.

Ogni anno, alla fine della sfilata viene premiato il carro più bello e di conseguenza gli artigiani che con duro lavoro e tanta creatività hanno realizzato queste opere d’arte.

La sfilata viene aperta dagli sbandieratori che con musiche particolari rievocano tutte le varie fasi della nascita del carnevale fiorentino, dal ‘700 ad oggi, e che con un mix di maschere e allegria riescono a trasmettere in chiunque un sano divertimento e un’immensa voglia di danzare per le vie della splendida città di Firenze.

Date Carnevale di Firenze 2019

carnevale firenze 2018 date
Carnevale di Firenze – Foto: www.italyonabudgettours.com

L’Edizione del Carnevale di Firenze 2019 sarà spettacolare grazie ad un calendario e ad un programma ricco di eventi. Come di consueto, sono previste le sfilate in maschera per le vie più importanti della città accompagnate dai gruppi musicali e da tanta buona musica.

Le date della manifestazione saranno:

Date:

Orario:

Prezzi:

Biglietti:

Programma completo: tutte le info le potete trovare sul sito ufficiale della manifestazione.

CONDIVIDI