Carnevale di Trento 2019: date e programma della sfilata dei carri allegorici

2191
carnevale trento 2018
Foto: www.fr.de

Un tripudio di colori e allegria, spettacoli, musica, arte, danze, prelibatezze da gustare; un vero e proprio divertimento per grandi e piccini. E’ questo il Carnevale di Trento che si caratterizza per un calendario ricco di iniziative, ogni anno sempre diverse, abbinate alla tradizionale sfilata dei carri allegorici.

Durante i giorni di festeggiamenti dedicati alla festa più divertente dell’anno, la città si trasforma in un palcoscenico cangiante che fa sfondo a spettacoli musicali e teatrali, eventi culturali, artisti di strada, performance live, momenti di degustazioni gastronomiche locali; insomma, intrattenimenti di ogni tipo, per tutti i gusti, rivolti a un pubblico variegato, capaci di coinvolgere adulti e bambini.

Tali iniziative sono concentrate nelle tre giornate principali della manifestazione, dedicate a quello che è definito il Gran Carnevale di Trento.

Booking.com

Costante è, ogni anno, l’appuntamento atteso della sfilata dei carri allegorici, mentre i bambini, trepidanti, aspettano di poter fare un giro sulla loro giostra preferita o sperimentarne di nuove all’interno di un vero e proprio parco giochi installato nel centro cittadino.

Il Paese dei Balocchi, ludico luogo tratto dal noto racconto di Carlo Collodi, prende vita in piazza Cesare Battisti e in Piazza Fiera. Qui sono installate giostre e giochi per tutti i gusti e tutte le età che richiamano a grandi folle bambini e ragazzi. Tra questi, l’attrazione più sorprendente e ricercata a ogni carnevale è il flying clown.

Altra iniziativa, immancabile ogni anno, è la distribuzione di bevande calde e krapfen, nella giornata del martedì grasso, ultimo giorno di Carnevale. Il krapfen è un tipico dolce di questa festa ma di origine austriaca. Si tratta di una dolce pasta fritta dalla forma tondeggiante, ricoperta di zucchero a velo e farcita con creme o confetture. Una vera e propria prelibatezza.

Storia del Carnevale di Trento

storia carnevale di trento 2018
Carnevale di Trento – Foto: Niccolò Caranti/Flickr

La storia del Carnevale di Trento si intreccia con le tradizioni culinarie di origine austriaca, i dolci tipici e la tradizionale distribuzione dei krapfen trovano le loro origini in Austria. Pare che questo dolce compaia nel XVII secolo a Graz, centro austriaco famoso per la pasticceria. Durante i festeggiamenti del Carnevale, i krapfen erano cucinati e serviti per le strade. Secondo alcuni, il nome deriverebbe da quello della donna che li inventò: Cecile Krapf. Presto la deliziosa ricetta si diffuse anche a Vienna e poi in Italia.

La manifestazione del Gran Carnevale di Trento, nel 2017, ha celebrato soltanto la sua terza edizione.

Poiché, ha registrato un ampio successo di pubblico, il ricco calendario di iniziative culturali, artistiche e musicali sarà sicuramente rinnovato anche per tante edizioni successive.

La sua tradizionale sfilata dei carri, coinvolge da tempo non solo la città ma anche i suoi sobborghi.

A preparare i carri per la sfilata nel centro storico trentino sono gruppi delle frazioni e dei paesi limitrofi.

Questi strumenti allegorici su ruota, di recente sono sottoposti a precise norme, controlli e collaudi tanto che, nel 2011, le Pro Loco locali, riunite nella Federazione Trentina delle Pro Loco, hanno redatto e pubblicato un vero e proprio manuale con tanto di riferimenti normativi per la realizzazione dei carri secondo precise norme di sicurezza: il Manualetto linee guida per la realizzazione dei carri.

Purtroppo, però con il passare del tempo, si registra sempre meno partecipazione dei trentini alla realizzazione dei carri. Dai dodici carri nel 2012, si è passati a nove nel 2016 e a soli quattro nel 2017.

Ad animare le strade del centro storico però non manca mai un gran numero di figuranti, i gruppi danzanti lungo le vie. Nel 2017 una folla di ben 600 figuranti in maschera allietava la città sommersa da almeno 15.000 presenze attirate dalla manifestazione.

Il Carnevale di Trento distribuisce le sue variegate manifestazioni in una decina di giorni, antecedenti il mercoledì delle ceneri.

Carri del Carnevale di Trento

Tradizionale e tanto attesa, ogni anno, è la sfilata dei carri allegorici accompagnati da gruppi in maschera.

I carri del Carnevale di Trento, animano le strade del centro storico rievocando, con spirito di ironia, episodi e personaggi tratti dalla fantasia, dal mondo dei cartoni animati, dalla quotidianità o dal mondo della politica.

Si tratta di macchine allegoriche poste su rimorchi e trainate mediante cavi d’acciaio da automezzi.

La realizzazione dei carri è frutto di un lungo processo di laboratorio artigianale che coinvolge uomini e donne appartenenti a vari gruppi locali, club, associazioni culturali da ogni paese, sobborgo, frazione intorno alla città di Trento come Povo, Lavis, Gardolo, Pressano, Mattarello, Vattaro.

I trentini sono tutti all’opera fin dal termine delle festività natalizie per realizzare con cura la struttura e le decorazioni dei carri, per raffinare e creare i trucchi e i costumi dei gruppi mascherati che accompagneranno i carri.

La sfilata dei carri e degli allegri gruppi in maschera avviene, nella giornata del sabato grasso, per le vie del centro storico, tra piazza Duomo, via Garibaldi, via Calepina, via Mantova, Largo Carducci, via San Pietro, via Manci, via Roma, via Belenzani.

Ogni gruppo esegue danze coinvolgenti, scelte a tema con il carro che accompagnano, tra piogge di coriandoli. Al termine della sfilata, in piazza Duomo, viene assegnato l’ambito premio al miglior carro e gruppo dell’anno.

Date del Carnevale di Trento 2019

programma carnevale trento 2018
Foto: www.trentotoday.it

Per tutte le informazioni e le date sul programma del Carnevale di Trento 2018, vi invitiamo a consultare il sito ufficiale della manifestazione carnevalesca trentina.

CONDIVIDI