carnevale di chieti in abruzzo

Carnevale di Chieti 2023

Il Carnevale di Chieti è un evento straordinario e imperdibile per grandi e piccini. Sono ormai diversi anni che la città abruzzese nel mese di Febbraio organizza il Carnevale Popolare Teatino.

Come da tradizione la città si tinge dei colori sgargianti e allegri delle sue maschere di Carnevale tipiche. Alla festa non mancano coriandoli e costumi tipici teatini. Nella sfilata di Carnevale il protagonista assoluto è il Pulcinella Abruzzese con il suo costume inconfondibile.

Le donne invece indossano i costumi semplici delle popolane e delle contadine. Sul capo portano dei cappelli in paglia abbelliti con fiori colorati.

Non mancano poi i carri allegorici in cartapesta i quali percorrono le vie del centro storico di Chieti. Al termine della sfilata si canta e si danza con i balli della tradizione abruzzese, come il Canto dei mesi, la quadriglia, la mazurca ccambiata e il Ballo del palo intrecciato.

Al termine della sfilata, il corteo in maschera dà vita alla classica Pantomima del processo e della condanna del Re Carnevale con tanto di funerale e rogo del fantoccio del Re.

Per l’occasione vengono offerti i dolci tipici del carnevale abruzzese chiamati Li Cumplimente. Per scaldarsi non può mancare il vino speziato.

La manifestazione è organizzata nei minimi dettagli dall’associazione “Camminando insieme” per dare ai partecipanti tanto divertimento e allegria all’insegna delle tradizioni del Carnevale in Abruzzo 2023 del posto.

L’evento è inoltre patrocinato dal Comune di Chieti, il quale si occupa di rendere lo svolgimento della manifestazione sicura da ogni punto di vista.

Storia del Carnevale Abruzzese

Il Carnevale di Chieti rientra nella più ampia tradizione del Carnevale Abruzzese il quale affonda le sue radici nelle manifestazioni folkloristiche della parte interna della regione.

Dopo gli anni ’90 si è avuta una riscoperta dei costumi tipici del territorio. Le numerose associazioni locali si sono interessate di riprendere le tradizioni e riportarle nel presente per tramandarle anche nel futuro alle prossime generazioni.

Il carnevale è considerato una festa molto importante poiché inaugura un periodo propiziatorio. Il passaggio dall’inverno alla primavera viene celebrato bruciando simbolicamente il fantoccio del Carnevale il quale rappresenta l’anno vecchio.

La festa di Carnevale assume come significato quello di scacciare il male e allontanare il buio e il freddo dell’inverno. Il carnevale, con il suo rumore assordante e i suoi colori vivaci, crea il caos dal quale nasce un nuovo ordine.

Questa festa ribalta l’ordine precedente e rende tutto possibile: ciò che è maschile si trasforma in un’entità femminile, le figure animalesche mutano la loro forma e diventano alberi o piante.

Il personaggio del Re Carnevale si sacrifica per il bene della comunità e brucia per eliminare tutto quello che c’era stato di negativo nell’anno precedente. Gli strumenti musicali della tradizione abruzzese e i rumori forti dei campanacci hanno lo scopo di allontanare il male.

Alcuni simboli dall’aspetto ambiguo sono utilizzati con l’auspicio di avere animali da allevamento e campi fertili per poter avere raccolti abbondanti.

Le origini del Carnevale Abruzzese sono da ricercare in una festa pre-cristiana. Tuttavia il modo in cui oggi si festeggia il carnevale in questa regione ha numerose similitudini con i carnevali di nazioni lontane e più in particolare dei Paesi Baschi.

La festa ha un grande valore storico e rappresenta un patrimonio immateriale che richiama le tradizioni e i costumi della regione da portare avanti per non dimenticare le proprie radici e il proprio passato.

La sfilata dei carri allegorici del Carnevale di Chieti

La sfilata del Carnevale di Chieti è allietata, oltre che dalle maschere e dai costumi, dalla musica degli strumenti della tradizione popolare teatina e dai campanacci suonati dagli stessi partecipanti.

Per l’evento vengono realizzati dei carri allegorici in cartapesta dagli artisti del posto i quali mettono a disposizione le loro doti artistiche per rendere particolari e originali i carri.

Su uno di questi carri viene realizzata la scultura del personaggio principale della manifestazione: il Re Carnevale. I partecipanti indossano i costumi tradizionali della città di Chieti e abruzzese.

Il corteo in maschera si ritrova poi in Piazza Gian Battista Vico tra coriandoli, stelle filanti, campanacci e musica popolare.

Nella piazza principale di Chieti si tiene il caratteristico processo a Re Carnevale tra temi di attualità e satira politica. Al termine del processo il fantoccio del Re viene condannato bruciato al rogo.

La maschera di Carnevale

La maschera che rappresenta la città nel Carnevale di Chieti è il Pulcinella Abruzzese, molto diverso da quello napoletano.

Il costume teatino è composto da un abito bianco candido come la neve che rappresenta l’inverno. Il vestito è adornato con nastri colorati. Sul bordo delle maniche e dei pantaloni ci sono delle frange di colore rosso che simboleggiano i germogli.

La casacca presenta delle toppe colorate e degli specchietti che rappresentano i fiori. Le calzature di Pulcinella sono degli stivali neri con i pon pon.

In alcuni casi indossa anche una sciarpa che pende sul petto con campanacci e bubboli, i sonagli dalla forma tondeggiante che assomigliano a quelli dei mamuthones sardi. Il costume del Pulcinella Abruzzese solitamente ha una frusta, una spada o un bastone anch’essi decorati con fiocchi e nastri.

Sulla testa Pulcinella indossa un cappello dalla forma conica che può essere alto tra i 70 e i 100 centimetri. Sul cappello vengono fissati dei nastri e dei pon pon tutti colorati a simboleggiare la primavera e i fiori che sbocciano. A completare il costume ci sono un grosso cinturone e una bandoliera con dei campanelli.

Il desiderio di riprendere le maschere tradizionali del Carnevale di Chieti e più in generale della regione Abruzzo nasce dalla volontà di far rivivere le antiche tradizioni della festa folkloristica di febbraio per antonomasia.

Come arrivare a Chieti

La città di Chieti dista da Pescara 17 km. Da qui potrai raggiungere Chieti percorrendo la strada E80. Ti basterà seguire le indicazioni stradali che troverai lungo il percorso o affidarti al navigatore satellitare per arrivare agevolmente a Chieti e goderti la festa di carnevale con i tuoi amici o con la tua famiglia.

Programma del Carnevale di Chieti 2023

L’Edizione del Carnevale di Chieti 2023 sarà spettacolare grazie ad un calendario e ad un programma ricco di eventi. Come di consueto, sono previste le sfilate in maschera per le vie più importanti della città accompagnate dai gruppi musicali e da tanta buona musica.

Eventi principali della manifestazione:

  • Date:
  • Luogo:
  • Orario:
  • Programma:
  • Biglietti:
error: Content is protected !!