Carnevale in Campania 2019

carnevale campania 2019

Il Carnevale in Campania rappresenta una vera e propria festa che raggruppa migliaia di persone che si riuniscono per festeggiare la tradizione del carnevale.

Maschere tipiche, coriandoli, divertimento e tanta musica, tutti questo e molto altro è la tradizione carnevalesca campana.

Il Carnevale Palmese, ad esempio, è anche noto come Carnevale delle Quadriglie.

Sono tre giorni in cui ci sono concerti dal vivo, musica, strumenti tipici della tradizione che vengono suonati dai migliori musicisti, che riuniscono ogni anno riuniscono migliaia di persone. Immancabile è poi lo spettacolo in costume che conclude la tradizione carnevalesca.

Merita anche un accenno per la sua particolarità il Carnevale di Montemarano: l’aspetto che rende famoso questo evento è il Carnevale Morto, nel quale i carri sfilano a lutto per la fine della festività. In più gli spettatori presenti possono assistere a un vero e proprio ballo della tarantella, tipico ballo della tradizione carnevalesca campana.

Nel Carnevale Sarnese e in quello di Capua, viene dato risalto alla maschera di Pulcinella, che viene celebrata in entrambe le città, durante la sfilata dei carri allegorici.

Impossibile non assistere al Carnevale di Maiori, uno dei più tipici carnevali della costiera amalfitana. Nella settimana di festa sono presenti eventi gastronomici e manifestazioni per grandi e piccini, musica, divertimento e balli di gruppo.

Booking.com

Spiccano per le loro grandi dimensioni i carri allegorici del Carnevale di Agropoli, in cui i maestri cartapestai lavorano per realizzare il carro più bello. Oltre al classico carnevale invernale, si affianca quello estivo con maschere, musica, balli.

La tradizione del Carnevale in Campania continua con il Carnevale Strianese. Questa manifestazione dura 4 giorni, fino al martedì grasso. Insieme alla tipica sfilata dei carri allegorici, è presente una giornata dedicata ai bambini con musica, balli e divertimento.

Infine il Carnevale di Saviano che include ben due sfilate dei carri allegorici: la prima ha luogo l’ultima domenica di carnevale e l’altra il martedì grasso.

Migliaia di persone si riuniscono nelle piazze per fare festa fino alla mezzanotte: non sono presenti solo maschere ma anche prodotti tipici, musica, balli, coriandoli e tanto divertimento.

Per concludere, il Carnevale di Villa Literno che dura tre giorni, in cui la festa non finisce mai: cortei mascherati, eventi musicali e sfilata dei carri allegorici che travolge non solo gli adulti, ma anche i bambini.

Carnevale di Maiori 2019

carnevale di maiori 2019
Carnevale di Maiori – Foto: https://amalfinotizie.it/

Sulla costiera amalfitana si tiene ogni anno uno dei più celebri carnevali della Campania.

Il Carnevale Maiorese, nato nel medioevo, affonda le sue radici nelle più antiche tradizioni popolari.

All’inizio, i festeggiamenti si limitavano alla macellazione del maiale, canti e balli. In seguito, venne introdotta l’usanza del travestimento con lunghi mantelli neri e maschere intagliate nella corteccia degli alberi.

Negli ultimi decenni, il Gran Carnevale di Maiori è diventato un evento attesissimo da grandi e piccini, che si riversano nel centro storico per partecipare all’intenso programma di eventi che terminano con il corteo del martedì grasso.

Punto di forza di questa festa è la sfilata dei carri allegorici, seguita dai gruppi mascherati e gruppi di ballo, che si snoda da Lungomare Capone al Porto Turistico, dove avviene la premiazione dei carri più belli. Nel febbraio 2018 il Carnevale di Maiori ha festeggiato la sua 45esima edizione.

Carnevale di Saviano 2019

Il carnevale di questo piccolo centro campano è uno degli ultimi a nascere, avendo visto la luce solo nel 1979.

Ma in questi pochi anni si è aggiudicato un ruolo di rilievo fra tutti i carnevali in Campania.

Nel 2018 il Carnevale di Saviano ha festeggiato la 40esima edizione con una spettacolare manifestazione in maschera, con la quale si è guadagnato il ruolo di uno dei carnevali d’italia più importanti.

Una grande festa in maschera, che dal 2012 ha una sua vera e propria sigla del carnevale e una sua maschera ufficiale, O Sisiniell, un buffo personaggio ispirato alla più conosciuta maschera di Arlecchino.

L’imponente sfilata storica di carri e gruppi mascherati che percorre le vie del centro storico è il cuore del carnevale savianese: grandi e piccini, turisti e cittadini si riversano in strada, fra balli, coriandoli e incontenibile allegria.

Un martedì grasso all’insegna del divertimento, da ballare al ritmo scandito dai suoi gruppi musicali.

Carnevale di Striano 2019

carnevale di striano 2019
Carnevale di Striano – Foto: www.napolidavivere.it

Negli anni, il Carnevale di Striano si è aggiudicato il nono posto nella classifica dei carnevali più belli d’Italia.

La maestosità dei suoi giganteschi carri allegorici seguiti dai gruppi mascherati, che percorrono il centro storico e raggiungono anche i 15 metri di altezza, richiamano ogni anno migliaia di partecipanti da tutta Italia.

In questo piccolo centro della provincia di Napoli, i maestri della cartapesta contribuiscono a questa tradizione del territorio, dando vita a vere e proprie opere di cartapesta che ogni anno si ispirano ad un tema preciso.

La particolarità del carnevale strianese risiede anche in questo. Il bullismo, l’omofobia, il femminicidio, Striano si diverte e festeggia come tutti, ma coglie anche l’occasione per richiamare l’attenzione dei partecipanti su scottanti tematiche sociali.

I 5 rioni del paese danno vita ad un divertente gioco di sberleffi, balli in maschera, coreografie e una sentitissima competizione a chi crea il carro allegorico più bello.

Un martedì grasso all’insegna dell’allegria, fra stelle filanti, coriandoli, artisti di strada e una partecipazione entusiasta.

Carnevale di Agropoli 2019

Nel 1500, la cittadinanza di Agropoli fu terrorizzata dal pirata Barbarossa, uno dei predoni del mare che in quell’epoca scorrazzavano lungo il Tirreno.

Per esorcizzare la paura e ridare coraggio alla cittadinanza, nacque la maschera di Barbarossa, il temibile pirata reso, però, inoffensivo dagli sberleffi dei cittadini di Agropoli.

Negli ultimi 50 anni, la cittadina ha provveduto ogni anno ad organizzare un’edizione del carnevale agropolese, ed ogni anno allestisce la caratteristica sfilata dei carri allegorici del Martedì Grasso, caratterizzata dalla presenza di maschere tradizionali e strumenti musicali poveri.

Costumi e tradizioni, sberleffi e divertimento sono gli ingredienti di questa manifestazione, che con il suo corteo carnevalesco percorre tutto il centro storico fino a piazza Vittorio Veneto, dove si attende l’arrivo dei gruppi mascherati con balli e canti.

Il Grande Corso Mascherato, animato da maschere tradizionali e lanci di coriandoli, è la vera gioia di grandi e piccini.

Carnevale di Palma Campania 2019

Un carnevale in Campania che ti stupirà per la sua magnificenza è quello che si tiene ogni anno a Palma Campania.

Qui non ci sono carri allegorici a cui accodarsi e le maschere tradizionali lasciano il posto a costumi di pregio, confezionati dai sarti locali in ossequio al tema scelto dai singoli gruppi partecipanti.

Il fulcro del carnevale palmese è infatti la sfilata delle quadriglie, gruppi mascherati dai costumi curatissimi, che mettono in scena balli, canti e coreografie, curati dai più importanti gruppi folkloristici del luogo.

Ogni quadriglia è diretta da un maestro, che coordina il proprio gruppo mascherato e dirige i gruppi musicali che accompagnano il corteo.

Il tradizionale carnevale inizia con il cosiddetto Ratto del Gagliardetto, un simbolico passaggio di consegne fra il Maestro dell’anno precedente e quello dell’anno in corso.

La sfilata lungo le vie del paese è costellata di momenti unici e divertenti, nei quali le migliaia di figuranti si sfidano fra di loro, con il coinvolgimento del numeroso pubblico proveniente da tutta la provincia di Napoli.

Per festeggiare il Martedì Grasso, le Quadriglie si sfidano in un vero e proprio Canzoniere, accompagnato dagli strumenti della tradizione partenopea, che coinvolgerà l’intero piccolo borgo e mette fine ai festeggiamenti.

Carnevale di Villa Literno 2019

La storia del carnevale liternese è lunga ed ha conosciuto ogni tipo di evoluzione.

Inizia con il tradizionale pupazzo di paglia, a testimonianza dell’origine contadina della tradizione, che viene posto sul letto di morte e pianto l’ultimo giorno di carnevale.

Col tempo, questa usanza lascia il posto ai tradizionali cortei con cavalli ed asini, appositamente addobbati con coperte e ghirlande di fiori.

Dopo una breve interruzione dovuta alla seconda guerra mondiale, il Carnevale di Villa Literno è stato tenuto in vita dall’attivismo dei giovani del paese.

Grazie alla loro tenacia, nel 1985 ci fu la prima edizione del carnevale con un carro allegorico.

Da lì in poi, in febbraio la cittadina si veste a festa e regala emozionanti sfilate di carri allegorici e gruppi mascherati. Ogni corso mascherato dà vita a festeggiamenti scatenati e quello di martedì grasso pone la parola fine al Carnevale di Villa Literno.

Carnevale di Capua 2019

Nel 2018 il carnevale capuano ha festeggiato la sua 132esima edizione, aggiudicandosi il primato di uno dei più antichi carnevali in Campania.

La prima edizione del carnevale risale al 1886, quando la nobiltà sceglie di portare i festeggiamenti, fino ad allora rinchiusi nei sontuosi palazzi nobiliari, nelle strade della città.

Mescolandosi al popolo, il Carnevale di Capua assunse la connotazione irriverente e burlesca che ha conservato fino ai giorni nostri.

I festeggiamenti iniziano quando il sindaco consegna le chiavi della città al Re Carnevale, protagonista indiscusso dell’evento. Questo atto simbolico concede al popolo il potere di criticare e sbeffeggiare gli amministratori della città, almeno per qualche giorno.

Punto di forza del Carnevale di Capua è infatti lo scherno, che si esprime in canti satirici, le cosiddette “cicuzze” e nella sfilata di carri allegorici che prendono di mira personaggi famosi e potenti.

I maestri cartapestai della zona creano ogni anno delle vere e proprie opere d’arte e dopo il tradizionale raduno delle maschere, i gruppi mascherati danno vita ad una festa coinvolgente, con artisti di strada, fuochi di artificio e musica in piazza.

Carnevale di Montemarano 2019

Fra tutti i carnevali in Campania, il Carnevale di Montemarano, in provincia di Avellino, è quello che conserva ancora oggi i suoi tratti più tradizionali.

Le caratteristiche di questo carnevale irpino si saldano fortemente al patrimonio culturale della Campania, prendendo spunto dai più antichi miti e leggende di questa terra.

Infatti, dopo la tradizionale apertura dei festeggiamenti con gruppi mascherati e coriandoli, la Domenica successiva al Martedì Grasso va in scena un evento che prende spunto dalle più antiche tradizioni popolari.

Le maschere tradizionali lasciano il posto a maschere improvvisate e “rovesciate”. Gli uomini si travestono da donne, i giovani da vecchi, in un simbolico processo liberatorio nel quale ogni ordine viene sovvertito.

Il Carnevale Morto è uno degli eventi clou della manifestazione. In una piccola bara viene riposto un fantoccio, il carnevale, che viene portato in giro per la città allo sfrenato ritmo di tarantella.

I gruppi folkloristici della città inscenano il funerale del carnevale, di cui viene anche letto un ironico testamento, col quale lascia in eredità tutti i debiti accumulati per i festeggiamenti.

La serata danzante, incalzata dalla frenesia della tarantella montemaranese, da vita ad una divertentissima festa con maschere e suoni tipicamente partenopei, alla fine della quale riparte l’ultimo corteo mascherato che chiude definitivamente i festeggiamenti.