carnevale di caiazzo, in campania

Carnevale di Caiazzo 2023

Ogni anno, nel mese di Febbraio si svolgono numerose feste di Carnevale in Campania tra cui, una delle più caratteristiche è il Carnevale di Caiazzo, una piccola cittadina in provincia di Caserta. Questo evento è conosciuto anche come il Carnevale in Carriola poiché i partecipanti adornano per l’occasione una carriola.

La manifestazione mascherata è diventata ormai un appuntamento fisso e atteso da tutti i campani e non solo: l’allegria delle maschere di Carnevale tradizionali, dei coriandoli, della sfilata e dei costumi è sempre molto viva e sentita nelle tradizioni della città.

Il Carnevale di Caiazzo non ha una maschera vera e propria della città e prende quindi in prestito quelle della tradizione campana come Pulcinella, Scaramuccia e Tartaglia.

Grazie all’organizzazione della Pro Loco “Nino Marcuccio” che si preoccupa di organizzare una manifestazione che possa intrattenere e divertire persone di tutte le età, l’evento è una festa che piace molto sia ai grandi sia ai più piccoli, inoltre, la festa è patrocinata dal Comune della città. 

Maschere campane

Durante il Carnevale 2023 di Caiazzo, la città si colora di coriandoli, delle maschere tradizionali campane e dei costumi più disparati. I partecipanti indossano anche le vesti dei supereroi o personaggi di cartoni animati.

La città, non avendo delle maschere proprie, prende in prestito quelle regionali più conosciute. Vediamo quindi quali sono le caratteristiche principali dei costumi più famosi della Campania.

Maschera di Pulcinella

La figura di Pulcinella non appartiene alle maschere di Carnevale della provincia di Caserta ma del territorio napoletano. Il tratto che caratterizza questa maschera carnevalesca campana è la sua furbizia che lo porta ad essere un imbroglione pieno di chiacchiere.

Pulcinella rappresenta quell’arte di arrangiarsi tipica del popolo campano. È tutt’altro che stupido, al contrario è scaltro come una volpe, ma ha anche la capacità di adattarsi e di fare un po’ di tutto senza mai realizzare nulla di concreto.

Maschera di Scaramuccia

Il personaggio di Scaramuccia, altra maschera campana, è l’incarnazione di un capitano vanaglorioso e sbruffone. Il suo abbigliamento è quello degli spagnoli che prestavano servizio a Napoli. Porta sempre con sé una spada o una chitarra.

Maschera di Tartaglia

Infine c’è la maschera di Tartaglia che è l’incarnazione di un dottore corpulento e dai modi di fare impacciati. Tartaglia ha la testa rasata, non ha né baffi né barba. Il suo nome deriva dalla sua evidente balbuzie.

La maschera di Tartaglia è una figura che diverte contro la sua volontà per via della sua goffaggine. A renderlo ancora più comico è la sua evidente miopia. Il suo vestito è formato da un mantello verde con strisce gialle, occhiali verdi e collare bianco.

Il Carnevale di Caiazzo è caratterizzato da musica, balli, spettacoli di artisti di strada, sfilata, coriandoli e molto altro.

Il Carnevale in carriola di Caiazzo

Il Carnevale di Caiazzo prende anche il nome di Carnevale in carriola. Il motivo è molto semplice e deriva dal fatto che, al corso mascherato, ogni gruppo che vi partecipa può usare delle carriole da decorare dopo aver scelto un tema particolare.

Le carriole possono essere dipinte, adornate con nastri o tessuti, oppure presentare delle sculture in cartone o cartapesta. Alcune di esse ritraggono dei personaggi di fantasia, figure storiche o maschere della tradizione campana.

I partecipanti mettono a frutto la loro creatività per realizzare con le carriole dei carri allegorici in miniatura. In questo modo chi vuole dare sfogo alla sua fantasia, ma non ha un trattore o un carro può ugualmente realizzare qualcosa di molto particolare in dimensioni ridotte.

L’estro artistico dei numerosi gruppi che prendono parte alla manifestazione ha dato vita a delle piccole sculture, come templi dell’antica Grecia, Nave dei Pirati o statue di maschere campane.

Sicuramente la realizzazione delle carriole è un modo esaltante per fuggire dalla realtà ed entrare in un mondo fantastico dove ognuno può essere chi desidera.

Del resto la meraviglia del Carnevale è proprio questa: lasciare il ruolo che si ha nella vita vera e indossare la maschera del personaggio che più rappresenta la propria personalità. 

La sfilata delle carriole

Il carnevale è un momento di svago e divertimento che coinvolge tutti gli abitanti della città. I partecipanti sfilano con costumi e maschere di ogni genere.

Generalmente la sfilata delle carriole parte da Foro Boario e attraversa Piazza Portavenere, passando dal centro storico di Caiazzo e confluisce, infine, in Piazza Santo Stefano Menecillo.

Ad aprire il corteo di Carnevale è la carriola della Pro Loco allestita ogni anno in maniera diversa per l’occasione. Nell’edizione del 2019, ad esempio, rappresentava l’Arte con cinque dipinti: Frida, La Gioconda, La Venere, La Dama con l’Ermellino e La Donna con l’orecchino di perla.

In tutte le edizioni, dopo l’apertura della sfilata, vengono presentate le varie carriole realizzate da gruppi di ragazzi. I giovani danno vita a delle brevi esibizioni con canti e balli per intrattenere gli spettatori.

A far divertire i più piccoli ci pensa lo spettacolo di burattini e magia delle maschere Arlecchino e Pulcinella. Sempre ai bambini sono è dedicata la baby dance e la creazione di sculture di palloncini.

Dopo la sfilata si esibiscono gli artisti di strada con spettacoli molto suggestivi dedicati soprattutto ai più piccoli, ma molto apprezzati anche dai grandi.

L’ultimo evento della giornata è il funerale del Re Carnevale il cui fantoccio viene poi bruciato in piazza.

Programma e date del Carnevale di Caiazzo 2023

L’Edizione del Carnevale di Caiazzo 2023 sarà spettacolare grazie ad un calendario e ad un programma ricco di eventi. Come di consueto, sono previste le sfilate in maschera per le vie più importanti della città accompagnate dai gruppi musicali e da tanta buona musica.

Eventi principali della manifestazione:

  • Date:
  • Luogo:
  • Orario:
  • Programma:
  • Biglietti:
error: Content is protected !!