Carnevale Umbria 2021

Carnevale di Foligno 2021


Il Carnevale di Foligno è una divertente manifestazione che dura diversi giorni. Ha una storia centenaria alle spalle, e si celebra nel paese di Sant’Eraclio, frazione di Foligno, in provincia di Perugia (Umbria).

Il paese di Sant’Eraclio è collocato interamente in pianura, ed è celebre in tutta la regione umbra soprattutto per la sua divertentissima festa di carnevale, che richiama numerosissime persone ogni anno.

Il Carnevale di Sant’Eraclio, a volte identificato come Carnevale di Foligno, prevede dei momenti di grande divertimento grazie a: mostre di Carnevale, spettacoli di artisti di strada, sfilate dei carri allegorici e dei gruppi mascherati oltre a uno spettacolo pirotecnico finale, che si tiene durante la sera dell’ultimo giorno di festa, il Martedì Grasso.

A Sant’Eraclio, i festeggiamenti avvengono già a partire da alcune settimane prima del vero periodo di Carnevale (per “vero periodo” si intende da Giovedì Grasso a Martedì Grasso).

Particolarmente interessante appare la storia di questi festeggiamenti, che hanno una organizzazione stabile a partire dagli anni sessanta. Proprio da allora, la ricorrenza festeggiata a Sant’Eraclio assunse il nome di Carnevale dei Ragazzi.

Storia del Carnevale di Foligno

In merito alla storia del Carnevale di Foligno, va precisato che la ricorrenza riguarda soprattutto i festeggiamenti della frazione di Sant’Eraclio.

Nella città di Foligno vera e propria, nel periodo di Carnevale del 1613 e di qualche anno seguente, si tenne la Giostra della Quintana: si tratta di uno torneo cavalleresco e di una manifestazione storica in costume.

Ma tale evento, venne in seguito spostato ad altre date (e anche in precedenza al 1613 si teneva in date differenti).

E per quanto riguarda il Carnevale di Sant’Eraclio? C’è da dire che ha origini molto lontane. Infatti, secondo una cronaca risalente al 1542, nell’ultimo giorno di Carnevale, prima della Quaresima, alcune persone abitanti in questo paese giravano per le strade con trombette e pifferi.


L’autorità ecclesiastica, sin dal 1542 voleva contrastare le manifestazioni carnevalesche in strada dei cittadini di Sant’Eraclio. Per questo motivo, per i festeggiamenti i frati Olivetani di Mormonzone misero a disposizione un convento abbandonato. Ma, come detto, alcune persone scesero comunque per strada.

Inoltre, a causa della grande forza di volontà e dell’insistenza di alcuni residenti, è noto che anche nel 1762 i divieti imposti vennero apertamente violati. E così, diverse persone si riunirono con i violini lungo le vie della località (che ai tempi era nota come Castello di Sant’Eraclio) nel giorno di Martedì Grasso, e ballarono sino allo scoccare della mezzanotte.

Dopo quanto accaduto, i festeggiamenti per il Carnevale di Foligno ripresero alla grande negli anni successivi: i partecipanti alla festa si mascheravano, ballavano, giocavano, e assistevano divertiti a vari spettacoli teatrali e musicali.

In occasione di questi grandi momenti di festa, il paese accoglieva anche persone provenienti dalle cittadine vicine, ma anche da città più distanti, come Spoleto e Assisi.


Da allora, nel corso dei secoli il Carnevale di Foligno (ovvero di Sant’Eraclio) si è sempre festeggiato, tranne nel 1765 e in altre rare occasioni: per esempio, fu sospeso nel corso dei periodi relativi alla prima e nella seconda guerra mondiale.

Nel 1953 si istituì il Primo Comitato Carnevale di Sant’Eraclio, che organizzò quattro edizioni del Carnevale di Foligno (cioè di Sant’Eraclio): quelle dal 1954 al 1957.

Il comitato fu poi ricostituito nel 1960 sotto il nome di Carnevale dei Ragazzi, e diede alle manifestazioni una struttura organizzativa molto solida.

Non è chiaro quando iniziarono ad apparire i primi carri allegorici di questo Carnevale in Umbria (probabilmente negli anni sessanta), ma da fonti certe si sa che i carristi costruivano i primi carri allegorici in ambienti di fortuna.

Invece, a partire dagli anni settanta, grazie al terreno messo a disposizione dalla Parrocchia locale, nacque il Laboratorio dei Carri Allegorici.


Nel 1983 si videro i primi gruppi mascherati associati ai carri allegorici.

Nel 1986 venne invece istituita l’Osteria del Carnevale, un luogo di incontri con altre persone in cui nel periodo carnevalesco e anche qualche settimana prima, è ancora oggi possibile consumare pasti genuini con pochi soldi.

Dal 2001 il Comitato “Carnevale dei Ragazzi” divenne un’associazione di volontariato, riconosciuta come ONLUS operante nel settore della cultura.

Sfilata dei carri allegorici del Carnevale di Foligno

Nel Carnevale di Foligno, o per meglio dire di Sant’Eraclio, molta rilevanza assumono anche le parate dei carri allegorici di cartapesta, che sono uno dei momenti cruciali di questa festosa ricorrenza.

Come accade di consueto anche altrove, i vari carri si basano su dei temi specifici, che possono essere di vario genere: attualità, satira, film, cartoni animati, ecc.

Nella parata dedicata ai carri di Sant’Eraclio, sfilano anche diversi gruppi mascherati, ciascuno dei quali legato ad un carro specifico, e i cui membri sono vestiti e mascherati proprio in relazione al carro al quale appartengono. La loro presenza è utile a creare delle suggestive coreografie.


La divertente sfilata dei carri allegorici del Carnevale di Foligno include anche la presenza di una banda musicale, di scuole di ballo, e di centinaia di maschere.

I carri sfilano per tre domeniche di fila, di cui l’ultima è quella che precede di due giorni il Martedì Grasso, cioè l’ultimo giorno di Carnevale.

Programma e Date del Carnevale di Foligno 2021

L’Edizione del Carnevale di Foligno sarà spettacolare grazie ad un calendario e ad un programma ricco di eventi. Come di consueto, sono previste le sfilate in maschera per le vie più importanti della città accompagnate dai gruppi musicali e da tanta buona musica. Eventi principali della manifestazione:

Date:

Orari:

Prezzi: Ingresso libero

Programma completo: tutte le info le potete trovare sul sito ufficiale della manifestazione.

Similar Posts