Carnevale Lombardia 2021

Carnevale di Schignano 2021: alla scoperta dei Bei e Brut


Il Carnevale di Schignano rappresenta una delle manifestazioni carnevalesche più divertenti che caratterizzano il Carnevale in Lombardia nel suo complesso.

Schignano è un piccolo comune in provincia di Como, situato al confine con la Svizzera.

La secolare tradizione dell’evento carnevalesco di Schignano si rifà principalmente al tema della contrapposizione dei “bei” e dei “brut” (belli e brutti).

I bei e i brut indossano delle maschere di legno che vengono scolpite a mano. I brut rappresentano i poveri, e vestono con stracci, pelli di animali, grandi corna di bue in testa, ecc.

I belli invece sono i ricchi, e vestono con pizzi, merletti, abiti graziosi e colorati, e cappelli decorati.

Altre maschere tradizionali sono i Sapeur: aprono e sorvegliano i cortei carnevaleschi vestiti con pelle di pecora, il volto dipinto di nero, una barba bianca con baffi lunghi, ecc.

Sono accompagnati dalla maschera del Sigurtà, che rappresenta l’autorità, e ha un’aria più nobile.


A Schignano, il Carnevale inizia alla mezzanotte tra il 5 e il 6 gennaio, per poi culminare in tre parate in maschera che si tengono in giornate diverse, l’ultima delle quali corrisponde al martedì grasso.

Nei giorni dedicati al Carnevale, nel paese sono presenti anche stand e bancarelle che offrono le tradizionali pietanze locali.

La prima sfilata viene identificata come “Carnevale di Bambini”: in questo caso, sono i più piccoli a sfilare mascherati dopo il ritrovo in piazza, lungo le vie del centro proseguendo poi fino alla frazione di Auvrascio e ritorno.

Nelle due giornate successive dedicate alla festa in maschera, c’è il ritrovo delle maschere tradizionali nella piazza principale, che poi sfilano, con una parata lungo le vie del paese e del comune in generale.

È proprio in questa doppia circostanza che turisti, scolaresche e studiosi accorrono per osservare da vicino la rievocazione di tradizioni e memorie di una comunità intera.

Storia del Carnevale di Schignano

La storia del Carnevale di Schignano ha origini antichissime, risalenti al Medioevo, così come molte peculiarità che lo caratterizzano. Non a caso, è una ricorrenza molto sentita dalla comunità locale.

Si articola principalmente sulla contrapposizione tra belli e brutti, ma include anche la presenza di altre maschere tipiche della tradizione del luogo.

Si tratta di una manifestazione che da sempre è molto divertente e coinvolgente, e prevede sfilate in maschera molto divertenti, che hanno un carattere anche teatrale e comico.


Infatti, i personaggi del Carnevale di Schignano sono da sempre l’aspetto più significativo dell’intera manifestazione annuale nel suo insieme.

Alla fine del Carnevale, di norma viene bruciato il fantoccio del Carlisepp, che impersonifica il Carnevale. Proprio come l’antica rappresentazione dei belli e dei brutti, la messa al rogo di questo fantoccio è un rituale con origini antiche, ed è tipico anche in altri luoghi in cui il Carnevale viene festeggiato da tantissimo tempo.

Maschere del Carnevale di Schignano

Le tipiche maschere del Carnevale di Schignano animano le sfilate, e hanno una lunghissima tradizione alle spalle. Le elenchiamo di seguito:

  • Brut: anche detti i brutti, sono vestiti in modo misero, e rappresentano i poveri. Sono sottomessi agli antichi signorotti, detti anche “i belli” o “i mascarun”.
  • Mascarun: rappresentano gli antichi signorotti. Hanno anche loro un travestimento caratteristico, immediatamente riconoscibile. Con i loro atteggiamenti, sono in palese contrasto con i modi rozzi dei brut.
  • La Cioca: questa maschera ha una voce stridula, ed è l’unico personaggio che parla durante i cortei riguardanti il Carnevale di Schignano. Rappresenta la moglie-serva del Mascarun (il signorotto, il bello). Sempre polemica e petulante, è una caricatura divertente di una tipica donna di un tempo. Viene interpretata però da un uomo, che recita lamentandosi delle cattiverie del marito, e coinvolge le persone in strada in divertenti mini sketch in cui le risate non mancano.
  • Sapeur e la Sigurtà: sono anch’essi personaggi caratteristici. I Sapeur hanno il volto dipinto di nero e sono vestiti con abiti in pelle di pecora, e muniti di ascia. Sono tenuti a sorvegliare il corteo carnevalesco, e sfilano dietro alla Sigurtà, la maschera che impersonifica l’autorità.
  • Carlisepp: questo fantoccio rappresenta il Carnevale. Nei giorni di festa viene appeso nella piazza principale. Durante il martedì grasso, viene simulata la sua fuga e quindi la sua cattura. Infine, viene bruciato, segnando la fine dei festeggiamenti carnevaleschi annuali.

Programma e Date del Carnevale di Schignano 2021

carnevale di schignano

Il programma della manifestazione carnevalesca come sempre sarà molto ricco. Di seguito gli appuntamenti più importanti.

Date:

Dove: Schignano (Lombardia)

Orario:

Prezzi: Ingresso gratuito

Programma completo: tutte le info le potete trovare sul sito ufficiale della manifestazione.

Foto: https://blog.comolake.com/

Similar Posts